Ecco chi è San Maurizio


“I SANTI MANIFESTANO IN DIVERSI MODI LA PRESENZA POTENTE E TRASFORMANTE DEL RISORTO” (BENEDETTO XVI)

Di Mariella Lentini*

 

Segui Informazione Cattolica su
TELEGRAM (https://t.me/informazionecattolica),
YOUTUBE (https://www.youtube.com/channel/UC7J-wgLcG7Ztwp2LXjXGDdQ/videos),
FACEBOOK (https://www.facebook.com/informazionecattolica),
​TWITTER (https://twitter.com/infocattolica)

 

Patrono degli alpini, dei militari e delle guardie svizzere, Maurizio nasce nel 250 in Egitto, da genitori pagani. Maurizio, bel giovane destinato alla carriera militare, si arruola nell’esercito romano. Coraggioso, intrepido, diventa in breve comandante di una legione. Inviato in Palestina, conosce il Cristianesimo, ne apprezza i valori e convertito acconsente al Battesimo, divulgando la fede tra i suoi legionari. Nel 285 circa i Bagaudi, contadini di un territorio al confine tra Francia e Svizzera, sono in rivolta. L’imperatore Massimiano chiede aiuti per rafforzare il suo esercito e domare l’insurrezione. Viene inviata la celebre Legione Tebea (dal nome dell’antica città dell’Alto Egitto Tebe, da cui provenivano i valorosi legionari capitanati da San Maurizio) i cui componenti sono di religione cristiana. Maurizio e la sua legione sono costretti a perseguitare anche i cristiani accusati di lesa maestà: essi si rifiutavano di onorare l’imperatore come divinità. Quando per ingraziarsi gli Dei, l’imperatore ordina cerimonie con sacrifici idolatri, Maurizio con tutta la legione si sposta verso Agaunum (ora conosciuta come Saint Moritz) nell’odierna Svizzera. Irato l’imperatore comanda loro di ritornare e partecipare ai sacrifici. I legionari, sostenuti da Maurizio, si rifiutano.

Massimiano ordina allora la decimazione (l’uccisione di un soldato ogni dieci), intimando ancora una volta alla legione di ritornare. All’indomito ulteriore rifiuto, ordina lo sterminio dell’intera legione. Il vescovo Teodoro, ritrovate le spoglie dei martiri, li trasferisce nella Basilica di Saint Moritz che fa costruire in loro onore. Dei miracoli operati da San Maurizio due in particolare sono noti. Un operaio pagano lavora di domenica alla costruzione della basilica, mentre gli operai cristiani santificano il giorno festivo. In una intensa luce appare il santo che aspramente lo rimprovera. Scosso dalla prodigiosa visione, l’operaio si converte. Una donna paralizzata si reca pregando alla basilica e guarisce. Nel Medioevo tanti ordini cavallereschi hanno come patrono San Maurizio. Nel 1434 il duca Amedeo VIII di Savoia fonda un Ordine dedicato al santo che diventa patrono di Casa Savoia. San Maurizio protegge anche i cavalli contro le malattie.

 

* Autrice del libro
“Santi compagni guida per tutti i giorni”


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments