Contro la verità nessuno ha potere


QUELLI CHE ANCHE OGGI NON SI CURANO DI ADERIRE A CRISTO COME POTRANNO MAI GIUSTIFICARSI?

Di Padre Giuseppe Tagliareni

“Giudei e Greci, tutti sono sotto il dominio del peccato, come sta scritto: Non c’è nessun giusto, nemmeno uno, non c’è nessuno che cerchi Dio! Tutti hanno smarrito la via, insieme si sono corrotti; non c’è chi compia il bene, non ce n’è neppure uno” (Rom 3,9- 12).

Nessuno mai sarà giustificato in base alle sue opere, ma solo in virtù della fede in Cristo. “Tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio, ma sono giustificati gratuitamente per la sua grazia, per mezzo della redenzione che è in Cristo Gesù. È lui che Dio ha stabilto apertamente come strumento di espiazione, per mezzo della fede, nel suo sangue” (vv. 23-25).

Senza Gesù, non c’è redenzione; quindi bisogna aderire a lui con la fede, tutti, sia giudei che greci o romani. Non c’è che un solo Dio per tutti ed Egli ha offerto la sua giustificazione per tutti in Cristo. “Noi riteniamo infatti che l’uomo è giustificato per la fede, indipendentemente dalle opere della Legge” (v.28).

Quelli che anche oggi non si curano di aderire a Cristo, come potranno mai giustificarsi?

Gesù rimproverò apertamente i farisei per la loro falsità e gli scribi per aver chiuso la porta della Scrittura ai semplici. Per questo essi lo odiarono e gli tesero insidie. È bene che se ne ricordino coloro che amano la verità e ne danno testimonianza: i bei tipi della razza mai estinta degli scribi e farisei di oggi, si scaglieranno contro con le pietre in mano! Ma contro la verità nessuno ha potere.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments