Quell’elevato numero di atti vandalici contro siti cattolici negli Stati Uniti


IL CARD. DOLAN: “GLI ATTI DI VANDALISMO CONTRO IL CRISTIANESIMO HANNO SPAZIATO DAL TRAGICO ALL’OSCENO, DALL’EVIDENTE ALL’INSPIEGABILE

Di Angelica La Rosa

Da un rapporto elaborato dal Comitato per la libertà religiosa della Conferenza episcopale degli Stati Uniti (Usccb) emerge che nel paese nordamericano tra maggio 2020 ed ottobre 2021 sono stati registrati ben cento atti vandalici contro siti cattolici.

Questi atti di vandalismo hanno spaziato dal tragico all’osceno, dall’evidente all’inspiegabile. C’è ancora molto che non conosciamo di questo fenomeno; tuttavia, esso sottolinea che la nostra società ha un gran bisogno della grazia di Dio”, hanno scritto in una nota il cardinale Timothy M. Dolan e monsignor Paul S. Coakley, presidenti rispettivamente dei Comitati episcopali per la libertà religiosa e per la giustizia e lo sviluppo umano.

L’ultimo episodio, in ordine di tempo, si è verificato il 10 ottobre. Graffiti a tema satanico e parole di odio sono stati usati per profanare la Basilica Cattedrale dell’Immacolata Concezione di Denver (Colorado).

Questi episodi distruttivi devono finire”, hanno scritto i vescovi statunitensi, ringraziando le forze dell’ordine per “aver indagato su questi incidenti ed aver preso le misure adeguate per prevenire ulteriori danni”.

Dolan e Coakley, inoltre, come riportato da VaticanNews, si sono appellati “ai membri della comunità” per invocare il loro aiuto, perché “non si tratta di semplici reati contro la proprietà bensì del degrado delle rappresentazioni visibili della nostra fede cattolica. Questi sono atti di odio”.

La nota episcopale ha ricordato anche due interessanti iniziative: il progetto “Beauty Heals – La bellezza salva”, promosso dal Comitato episcopale per la libertà religiosa che, in risposta alla distruzione di statue cattoliche, presenta video esplicativi sull’arte sacra, curati da varie diocesi. E poi la richiesta, presentata sempre dallo stesso Comitato, di aumentare da 180 a 360 milioni di dollari i finanziamenti per l’anno fiscale 2022 destinati al programma di sovvenzioni per la sicurezza delle organizzazioni no profit, gestito dal Dipartimento della sicurezza nazionale.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments