No di Poliziotti e Vigili del Fuoco agli obblighi vaccinali. A New York a rischio la sicurezza pubblica


DALLO SCORSO 1° NOVEMBRE NELLA METROPOLI AMERICANA E’ ENTRATO IN VIGORE L’OBBLIGO DI VACCINO PER TUTTI I DIPENDENTI MUNICIPALI. “PER CHI NON SI ADEGUA L’UNICA ALTERNATIVA È IL CONGEDO NON RETRIBUITO”, HA DICHIARATO IL SINDACO BILL DE BLASIO. MA C’E’ GENTE CHE NON MOLLA!

Di Lorenzo Capellini Mion

 

Quella che vedete in questa foto è una stazione di polizia della NYPD (New York Police Department) con gli agenti in fila per mettersi in malattia in vista dell’obbligo dell’inizio della terapia per poter continuare a lavorare.

Lo stesso sta avvenendo con i vigili del fuoco della FDNY (Fire Department city of New York).

Grossi guai in vista per le già insicure strade della Grande Mela e sappiamo già chi incolperanno, ovvero chi non si inginocchia abbastanza.

Nel frattempo hanno militarizzato gli ospedali con la scusa di sostituire il personale sanitario che non si è conformato e a livello federale stanno purgando l’esercito eliminando gratis i meno ubbidienti.

Creare un problema seminando la paura, e presto la fame, per poi imporre una soluzione che immancabilmente aumenta il potere della classe politica permanente manovrata dalle élite sociopatiche che giocano a fare Dio.

È un sistema vecchio come il mondo. La differenza alla fine è tra chi si fida del governo e chi ha studiato la storia e lotterà fino alla morte affinché non si ripeta.

L’albero della libertà avrà bisogno di molto altro sangue di tiranni e patrioti per rinverdirsi. E potete scommettere che lo avrà.

Do Not Comply

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments