Giustifica l’attrazione sessuale verso i bimbi: docente sospeso dall’Università di Norfolk (Virginia)


A cura di Angelica La Rosa

LA OLD DOMINION UNIVERSITY, IN VIRGINIA, HA SOSPESO IL DOCENTE DI SOCIOLOGIA ALLYN WALKER PER AVER DICHIARATO CHE ALCUNI ADULTI POSSONO ESSERE SESSUALMENTE “ATTRATTI DAI BAMBINI“…

La Old Dominion University di Norfolk, in Virginia, ha sospeso il professor Allyn Walker, assistente di sociologia e giustizia penale, dopo che in un’intervista ha dichiarato che le persone possono essere sessualmente attratte dai bambini (le ha chiamate “persone attratte dai minori”) senza agire per realizzare il desiderio. Questo fa eco all’argomento del suo libro, A Long Dark Shadow: Minor Attracted People and Their Pursuit of Dignity.

La presidente del Ruth Institute Jennifer Roback Morse ha difeso la decisione dell’università dichiarandosi “rattristata ma non sorpresa” e spiegando che le sue ricerche l’hanno convinto che “la pedofilia è stata parte integrante della rivoluzione sessuale fin dall’inizio“.

La dottoressa Morse ha sottolineato che i promotori della rivoluzione sessuale vogliono “rimuovere tutti i tabù sessuali, compreso quello contro i bambini che fanno sesso. Autori come Alfred Kinsey, Kate Millet e Shulamith Firestone hanno ritenuto che tutti i bambini abbiano diritto all’attività sessuale. Non credo che fossero loro stessi pedofili. Ma una volta che si ridefinisce il significato dell’atto sessuale come qualcosa di non aperto alla vita e al solo scopo ludico, piuttosto che fecondo e con un significato sociale, si cambia anche il senso di cosa sia l’infanzia“.

Discutendo con il dottor Carl Truemann sulle convinzioni di Wilhelm Reich (1897-1957), cioè che “il mondo dovrebbe essere riorganizzato per permettere ai bambini di fare sesso“, la dottoressa Morse ha spiegato che non si sono affrontate “adeguatamente le bugie e le percezioni errate di questi pionieri della rivoluzione sessuale. Così, decenni dopo, eccoci qui, con professori universitari che cercano di normalizzare coloro che sono sessualmente attratti dai minori”.

Ho parlato con numerose persone che hanno subito abusi sessuali durante la loro infanzia. Non ne ho ancora incontrato uno che abbia detto: ‘Oh, caspita, non mi dava fastidio. Tutti gli adulti intorno a me erano d’accordo, quindi io ero d’accordo’. No. Quei bambini, ora adulti, testimoniano che sapevano fin dall’inizio quanto fosse penoso e sbagliato. Si inizia normalizzando l’attrazione e si finisce normalizzando l’atto. È come quando qualcuno dice: ‘Ho fantasie di stupro. So che agire su di esse sarebbe sbagliato, ma non stigmatizzatemi solo perché ho queste sensazioni’“, ha concluso la dottoressa Morse.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments