Dall’Italia un’omaggio in musica per la Beata Vergine “Morenita”


di Angelica La Rosa

UNA LODE ALLA PACE E ALLA BELLEZZA DELLA VITA, CHE HA TROVATO LUCE NELLA CALDA VOCE DI CARMEN ZANGARÀ E NELLE SONORITÀ DELLA SUA CHITARRA, IN UNA PERFORMANCE IN DUO CON IL MARITO CARMELO IMBESI

Uscirà oggi, domenica 12 Dicembre, in concomitanza della festa della Beata Vergine Maria “Morenita” e della celebrazione del Santo Rosario a Roma in piazza San Pietro, il singolo “Mi Virgen de Guadalupe: un omaggio alla Vergine miracolosa messicana“, scritto dal compositore Carlo Francesco Defranceschi ed interpretato dal duo chitarristico dei maestri Carmelo Imbesi e Carmen Zangarà (Duo Imbesi Zangarà), dedicatari del brano stesso.

Il testo, di Olivia Molina, è una lode alla pace e alla bellezza della vita, che ha trovato luce nella calda voce di Carmen e nelle sonorità della sua chitarra, in una performance in duo con il marito Carmelo.

I due maestri, coppia nell’arte e nella vita, sono due concertisti e didatti italiani, apprezzati per le loro qualità di esecutori e per l’eleganza della loro ricerca interpretativa.

Quando il M° Defranceschi ci ha donato il manoscritto della composizione – dichiara a Informazione Cattolica Carmen – ho sentito subito che questo brano ci apparteneva. Il testo porta con sé tutti quei valori che stanno alla base della nostra famiglia: l’amore verso la vita, il ripudio dell’odio e della guerra, la visione di un mondo che, nonostante tutto, può ancora essere ricco di gioia e di luce e, valore ancora più importante, la Fede, come pilastro dell’ esistenza. Io e mio marito siamo uniti dalla Musica fin da quando ci siamo conosciuti e questa è la prima incisione ufficiale dove, oltre che suonare la chitarra, rivesto il ruolo di cantante. Coltivo questa passione fin da quando ero bambina e sono davvero felice che questa première porti con se tutto quello in cui noi crediamo, che è anche il messaggio che come artisti vogliamo dare al mondo“.

La foto di copertina è stata realizzata dal fotografo siciliano Nicola Vaiana e, sullo sfondo, è visibile l’Orante, un profilo naturale di una rupe che si trova a Montalbano Elicona, in Sicilia, e che rappresenta una donna che prega con lo sguardo rivolto verso est.

Carmelo Imbesi e Carmen Zangarà, coppia nell’arte e nella vita, sono due musicisti e didatti italiani. Hanno fondato nel 2010 il Duo Imbesi Zangarà, e si sono perfezionati sulla musica da camera per chitarra con i Maestri Giovanni Puddu e Giampaolo Bandini. Oggi sono considerati, dalla critica e dal pubblico, fra le formazioni da camera per due chitarre più interessanti delle loro generazione e sono apprezzati per il loro suono accattivante, l’eleganza delle loro scelte interpretative e la passione delle loro performance. Si sono esibiti in Italia e in Europa in festival e spettacoli teatrali sia come interpreti che nella veste di compositori per le musiche di scena, spaziando anche in linguaggi come il Jazz e la World Music. Hanno collaborato con artisti quali Peppe Servillo, Mario Incudine, Gran Coro Lirico Siciliano e sono dedicatari di nuove musiche per Chitarra con all’attivo diverse incisioni di world premiere.

Carlo Francesco Defranceschi, invece, di origine franco-austriaca, cresciuto in ambiente musicale (madre contralto lirico), si è diplomato con il massimo dei voti in Composizione, Pianoforte e Clarinetto presso il Conservatorio di Musica ‘Giuseppe Verdi’ di Torino. Ha completato un corso superiore in ‘Composizione Contemporanea’ presso il Conservatorio di Mantova ed un Master di alto perfezionamento Jazz a Busto Arsizio. Ha conseguito parallelamente la Laurea in Filosofia ad indirizzo Teoretico-Logico Matematico presso l’Università degli Studi di Torino. L’Opera Defranceschi compendia oltre 230 pubblicazioni con tredici Editori internazionali attraverso prestigiosi distributori per clavicembalo, pianoforte, organo, chitarra, ensemble cameristici, pagine corali ed orchestrali.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments