Minacce di morte al Procuratore di Foggia. L’arcivescovo Moscone: «le sento come rivolte a me stesso»


di Giuseppe Brienza

«TI AMMAZZERÒ»: CARTELLO AFFISSO NEL CENTRO DI FOGGIA CONTRO IL PROCURATORE DELLA REPUBBLICA LUDOVICO VACCARO. SOLIDARIETÀ IMMEDIATA DELL’ARCIVESCOVO DI MANFREDONIA-VIESTE-S.GIOVANNI ROTONDO MONS. FRANCO MOSCONE «QUESTE MINACCE LE SENTO COME RIVOLTE A ME STESSO ED A TUTTO IL POPOLO DELLA CAPITANATA E DEL GARGANO»

Gravi accuse e minacce di morte sono state riportate ieri su alcuni cartelli affissi sui tronchi degli alberi in piano centro a Foggia, indirizzate al Procuratore della Repubblica di Foggia, Ludovico Vaccaro. «Visto che mi costringi a diventare un assassino, ti ammazzerò», si legge su uno dei manifesti, il cui autore sarebbe secondo le Forze dell’ordine un condannato che voglia vendicarsi per aver subito una detenzione (secondo lui) illecita.

Alcuni dei messaggi intimidatori se la prendono anche con un maresciallo dell’arma dei carabinieri, evidentemente coinvolto nelle indagini condotte dal dott. Vaccaro, fatto oggetto anche lui di minacce e accuse infamanti in alcuni dei manifesti.

Sul caso sono in corso le indagini dei carabinieri, che hanno immediatamente acquisito i filmati delle telecamere della zona e delle attività commerciali limitrofe, che potrebbero aver ripreso l’accaduto.

Non sono mancati i messaggi non formali di solidarietà al magistrato, resi pubblici a poche ore dall’affissione, fra i quali citiamo solo a titolo di esempio quelli del Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Foggia Gianluca Ursitti e del presidente della Provincia di Foggia. Nicola Gatta.

Anche l’arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo mons. Franco Moscone non ha fatto mancare la sua personale solidarietà e quella di tutta la Chiesa Diocesana al Procuratore Vaccaro «per le minacce subite che sento come rivolte a me stesso ed a tutto il popolo della Capitanata e del Gargano che vuole rialzarsi e porre fine ai tanti lacci delle criminalità organizzate che pretendono di governare il territorio!».

«Le parole che insieme ai confratelli Vescovi di Capitanata ho rivolto nel Messaggio per la Legalità del 2020 mi sono risuonate nel cuore dinanzi a questa notizia di un ennesimo atto intimidatorio a danno di chi cerca di fare il proprio lavoro – ha aggiunto il presule -. Al dott. Vaccaro e a quanti si impegnano quotidianamente dentro e fuori le Istituzioni, ad ogni titolo e grado, nella lotta per la trasparenza e la legalità, dico: coraggio, andiamo avanti, è la strada giusta!» (p. Franco Moscone crs, Coraggio, siamo sulla strada giusta, comunicato stampa, Manfredonia 13 giugno 2022).


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments