I massacri delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata raccontati da Piero Tarticchio


di Matteo Impagnatiello

OGGI POMERIGGIO, A COLLECCHIO (PARMA), PRESENTAZIONE DEL LIBRO DELL’ESULE PIERO TARTICCHIO SULLA TRAGEDIA DELLE FOIBE DAL TITOLO: “SONO SCESI I LUPI DAI MONTI

Questa sera a Collecchio (Parma), a partire dalle ore 18:30, presso i locali della Casa I Prati (via San Prospero 13), sarà presentato il libro-testimonianza sull’esilio giuliano-dalmata e sulle foibe dal titolo “Sono scesi i lupi dai monti”, di Piero Tarticchio.

Tramite la sua vicenda familiare e personale, l’autore tratterà dei massacri delle foibe e del Grande esodo, che hanno caratterizzato dolorosamente un capitolo della storia italiana del XX secolo.

All’evento parteciperanno Francesco Fedele, vicepresidente del Consiglio comunale di Collecchio e Mauro Zmarich, figlio di esuli istriani.

L’iniziativa culturale è dedicata ai Martiri delle foibe. Nonostante la legge 30 marzo 2004 numero 92 abbia istituito il Giorno del Ricordo, solennità civile nazionale italiana, e disponga di “conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale“, accade a volte che il silenzio prenda il sopravvento.

Altre volte, addirittura, sono sorte polemiche e contestazioni da parte di chi ignora i tragici fatti accaduti in territori da sempre considerati italiani. Per questo Piero Tarticchio e Mauro Zmarich racconteranno le storie della loro vita. Storie legate a doppio filo alla storia nazionale italiana.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments