Aderire alla fede cristiana significa cambiare vita


di don Ruggero Gorletti

COMMENTO AL VANGELO DI SABATO 2 LUGLIO 2022

Dal vangelo secondo san Matteo (9,14-17)

In quel tempo, si avvicinarono a Gesù i discepoli di Giovanni e gli dissero: «Perché noi e i farisei digiuniamo molte volte, mentre i tuoi discepoli non digiunano?».
E Gesù disse loro: «Possono forse gli invitati a nozze essere in lutto finché lo sposo è con loro? Ma verranno giorni quando lo sposo sarà loro tolto, e allora digiuneranno. Nessuno mette un pezzo di stoffa grezza su un vestito vecchio, perché il rattoppo porta via qualcosa dal vestito e lo strappo diventa peggiore. Né si versa vino nuovo in otri vecchi, altrimenti si spaccano gli otri e il vino si spande e gli otri vanno perduti. Ma si versa vino nuovo in otri nuovi, e così l’uno e gli altri si conservano».

COMMENTO

Non si può far convivere la vita nuova che Cristo ci ha trasmesso con le vecchie abitudini di peccato. Aderire alla fede cristiana significa cercare di cambiare vita, di vivere amando Dio e il prossimo, di vivere cercando di non offendere Dio con il peccato. Convertirsi a Cristo non significa aggiungere qualche pratica religiosa ad una vita che rimane così com’è.

C’è qualcosa di peggio che essere malati e non curarsi: è l’essere malati pensando di essere sani, oppure curandosi con una medicina che non guarisce. Il malato pensa di curarsi adeguatamente, e la malattia può tranquillamente progredire e portarlo alla morte. Analogamente c’è qualcosa di peggio del vivere abitualmente in peccato mortale, ed è vivere in peccato mortale pensando di essere a posto con Dio. In questo modo vivere nel peccato diventa una cosa normale, che senza che ce ne rendiamo conto spegne l’amore per Dio nel nostro cuore, raffredda il desiderio di conversione, e rischia di farci morire lontani dal Signore, condannandoci alla dannazione eterna. Chiediamo al Signore di aiutarci a detestare davvero i nostri peccati, e a darci la volontà sincera di cambiare. Solo così il vino nuovo dell’amore di Dio potrà stare negli otri nuovi della nostra vita conforme al volere di Dio. Una conformità che non è una noiosa obbedienza ad una legge, ma è la manifestazione e la fonte della gioia e della pace di Dio nel nostro cuore.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments