UNPLANNED: un inno alla vita che continua ad attrarre


di Enzo Vitale

GRANDE SUCCESSO DI PUBBLICO NEL TEMPIO LAICO DELL’ARISTON: ANCORA UNA VOLTA LA VITA VINCE CON LA FORZA DELLA VERITÀ

Il grande successo di pubblico alla presentazione di UNPLANNED – LA STORIA VERA DI ABBY JOHSON al Teatro Ariston, tempio laico della canzone italiana, venerdì sera, 29 luglio, porta alla mente come, nella storia, luoghi adibiti alle più efferate e atroci barbarie siano stati, in seguito, utilizzati per la difesa della verità. Quella verità che è insita ad ogni forma di vita fin dal concepimento.

Più di 600 le persone presenti ad un evento che si sta ripetendo – e speriamo ancora continui! – in tante città italiane. Nonostante la paura di ritrovarsi in un posto chiuso, il desiderio di capire, di andare in fondo, di conoscere una storia vera, attira tanti. Non è un segreto che le storie che raccontano fatti reali siano quelle che più di altre riescano ad accaparrarsi l’attenzione degli spettatori. E non solo! Spingono a domande serie su tematiche che, mentre qualcuno desidera mettere nel dimenticatoio, con forza si impongono spingendo sulla domanda di cosa sia realmente l’aborto.

«Una serata all’insegna della gioia e dell’entusiasmo» ha dichiarato Federica Picchi, distributore nazionale del film, «chi ha partecipato è rimasto travolto dalla potenza di una storia vera, e dall’entusiasmo dei tanti ragazzi che nei giorni precedenti alla proiezione, per le vie della città, hanno invitato i loro coetanei alla visione».
Significativa la presenza in sala non solo del Vescovo di Ventimiglia-Sanremo, Mons. Antonio Suetta, Vescovo della Diocesi ospitante (e che alla fine si è presentato per un saluto attorniato da un folto gruppo di giovani) ma anche di altri ecclesiastici vescovi delle Diocesi limitrofe: Mons. Guglielmo Borghetti, Vescovo di Albenga-Imperia, Mons. Calogero Marino, Vescovo di Savona-Noli, oltre due vescovi emeriti, Mons. Vittorio Lupi e Mons. Alberto Maria.
La presenza dei Pastori è il segno chiaro di una «Chiesa attiva, coraggiosa, per nulla subalterna ai pensieri nichilisti che sul tema della difesa della vita la nostra società va propinando» leggiamo nel comunicato stampa finale. «UNPLANNED» conclude Federica Picchi «svelando la semplice verità delle cose, continua ad aprire i cuori di tutti coloro che si accostano alla storia». 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments