“Buon Ferragosto è una forma laica imposta dalla secolarizzazione. Il credente dice Buona Festa dell’Assunta”

di Bruno Volpe

IL MARIOLOGO SALVATORE PERRELLA: “TUTTO QUELLO CHE RIGUARDA MARIA È UNITO A CRISTO” 

Il 15 di agosto la Chiesa cattolica celebra una delle feste mariane (e non solo) tra le più importanti e sentite: l’ Assunzione al Cielo in corpo e anima di Maria. Si tratta  di un dogma e per i credenti è  festa di precetto. In verità non è un concetto molto semplice da afferrare quello della salita al Cielo di Maria in corpo ed anima. In questa intervista ci aiuta a farlo il noto mariologo napoletano padre Salvatore Perrella.

Padre Perrella, qual è la lettura della festa dell’Assunzione di Maria?

“Va letta in una duplice chiave. In senso mariologico è il coronamento della vita di Maria spesa per dare gloria al Signore, un’ esistenza vissuta totalmente al servizio di Dio. Maria sa dare pienamente testimonianza. Poi esiste un secondo aspetto, altrettanto importante che è quello antropologico. Ovvero Maria è fedele sino alla fine alle promesse di Dio ed è la testimonianza concreta che la morte non ha l’ ultima parola. Che non tutto finisce qui sulla terra e che dopo la parentesi terrena esiste un’ altra vita più piena”.

Questa festa va letta in chiave cristologica?

“Certamente sì. Del resto Maria è indissolubilmente legata al Figlio e non ha senso parlare di Maria senza guardare a Gesù. Tutto quello che riguarda Maria è unito a Cristo, non dimentichiamo mai questo”.

E’ possibile paragonare questa festa all’ Ascensione?

“No. Semmai il paragone è con la Resurrezione perché è un riferimento chiaro e netto alla glorificazione del Signore”.

L’Assunta è un dogma mariano. Che vuol dire?

“E’ un dogma che volle Papa Pio XII, verità di fede. Ma indipendentemente dal dogma, questa credenza era già diffusa nel popolo di Dio e soprattutto dai fedeli ortodossi che parlavano e parlano di dormitio Mariae, cioè per loro Maria si è addormentata. Tutto sommato anche noi cattolici diciamo lo stesso, nella Rivelazione non si parla della morte di Maria, ma se è morto Suo Figlio, vero Dio e vero uomo non si capisce perché non debba essere morta lei che comunque è la tutta santa, secondo gli orientali la Panagia, e per noi la Tota Pulchra“.

Da credenti dobbiamo dire buona Assunta o buon Ferragosto?

“Buon Ferragosto è la forma laica imposta dalla secolarizzazione dei costumi. Un credente ben farebbe a dire Buona Festa dell’Assunta. Non dobbiamo vergognarci di queste forme esteriori”.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments