Il card. Burke: “i credenti delusi non lascino la Chiesa ma combattano”

di Angelica La Rosa

IL CARD. BURKE: “DOBBIAMO ESSERE MOLTO FRANCHI CON I NOSTRI VESCOVI E TORNARE ALLA SANTA TRADIZIONE

Il cardinale statunitense Raymond Leo Burke ha lanciato un appello ai credenti delusi di non lasciare la Chiesa. Ha affermato, infatti, che “i fedeli hanno il diritto e il dovere di far conoscere le loro preoccupazioni sulla Chiesa e devono esercitare questo diritto – perché tale è nel Codice di Diritto Canonico – apertamente. I buoni cattolici – per quanto doloroso possa essere – debbono rimanere nelle loro parrocchie e lottare per la verità della fede. Se tutti se ne vanno la Chiesa cadrebbe nelle mani di coloro che stanno distruggendo la fede cattolica e la sua pratica. Cristo ha promesso di rimanere sempre con noi nella Chiesa“.

Intervistato dalla giornalista tedesca Regina Einig per il Die Tagespost il cardinale Burke, riflettendo sul Sinodo tedesco, ha sottolineato che nella tradizione della Chiesa, “un Sinodo è un modo per capire come difendere e promuovere la fede cattolica, non per creare un’altra Chiesa e un’altra fede“.

Il porporato statunitense ha anche ricordato che “dobbiamo essere molto franchi con i nostri stessi vescovi quando propongono qualcosa che non è conforme alla fede cattolica. Dobbiamo tornare alla santa tradizione“.

Ragionando sulla fedeltà all’insegnamento cattolico il cardinal Burke ha incoraggiato i veri cattolici dicendo che “devono capire che non sono liberi ma sono obbligati a difendere la fede cattolica in questi tempi. L’obbedienza non può mai comandarci di fare qualcosa che va contro la fede e le buone abitudini millenarie“.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments