L’Illinois consente ai minori contenuti pornografici nelle biblioteche pubbliche

di Angelica La Rosa

LA POLEMICA SULL’ADOZIONE DI LIBRI CHE TENTANO DI ESPORRE I BAMBINI A TEMI E ATTIVITÀ SESSUALI

L’Illinois ha approvato una legge che consente ai minori di accedere a contenuti pornografici nelle biblioteche pubbliche.

Mentre altri stati americani lavorano per rimuovere i contenuti pornografici dalle scuole pubbliche e l’accesso dei bambini alle biblioteche, l’Illinois si sta muovendo nella direzione opposta.

Con la nuova legge approvata lo stato penalizzerà le scuole che non consentiranno ai bambini l’accesso illimitato a questo tipo di materiale.

Qualsiasi biblioteca o sistema bibliotecario che non adotterà la carta dei diritti dell’ALA (American Library Association) o che attuerà una politica di rimozione dei testi non avrà diritto a sovvenzioni statali ai sensi della legge.

Negli ultimi anni è scoppiata in tutto il paese nord americano, nelle scuole e nelle biblioteche, la polemica sull’adozione di libri che tentano di esporre i bambini a temi e attività sessuali, spesso con dettagli grafici e immagini pornografiche che raffigurano specifici atti sessuali.

La conservatrice Young America’s Foundation osserva che uno di questi esempi può essere trovato a Dixon, Illinois, dove la biblioteca pubblica aveva un libro che descriveva atti sessuali tra bambini.

La questione, insieme alla promozione di messaggi ideologici nell’istruzione finanziata dai contribuenti, ha alimentato un contraccolpo genitoriale accreditato di vittorie repubblicane in stati come la Florida e la Virginia, i cui attuali governatori hanno svolto ruoli di primo piano nella lotta alla corruzione dei minori dalla sfera pubblica.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments