L’autore di “Capitano della mia anima” Gianmaria Spagnoletti: “la vita non va misurata con un criterio di efficienza”

a cura della Redazione
CONOSCIAMO I COLLABORATORI DI INFORMAZIONE CATTOLICA

Sulla falsariga del famoso “Questionario di Proust”, la redazione ha rivolto delle domande curiose a Gianmaria Spagnoletti, nato a Brescia, laureato in Lingue Straniere e autore del libro “Capitano della mia anima” (qui la pagina Facebook), collaboratore di InFormazione Cattolica e Geopolitica Quotidiana.
1. Una persona famosa che si avvicina al tuo ideale…  Alex Zanardi.
2. Una tua fobia…  I ragni.
3. La materia più amata e quella più odiata da studente… Inglese e Matematica.
4. Una cosa che hai sempre voluto fare e non hai mai fatto? Un viaggio negli USA.
5. Qual è la tua più grande passione? La lettura (e la scrittura).
6. Qual è il tuo motto? “Mai darsi per vinti”.
7. Un oggetto al quale sei particolarmente legato… Il modello di un aeroplano che mi regalò uno zio.
8. Il film più bello che hai visto… “Il Gladiatore” di Ridley Scott. Però, ad esempio, amo anche il genere comico.
9. Il tuo programma tv preferito… Nessuno in particolare, però quelli come “Cose di questo mondo” e “Chi cerca trova” spesso riescono a intrattenermi.
10. Il cantante (o gruppo musicale) preferito… Non ce n’è uno solo, ad esempio ascolto volentieri Rino Gaetano e trovo particolarmente ispirato Enrico Ruggeri.
11. Il tuo sport preferito… Il trekking.
12. Il tuo piatto preferito e quello che proprio “non digerisci”… Mi piace tutta la cucina italiana in generale e non c’è un piatto che non mi piaccia. Ho apprezzato anche la cucina di alcuni Paesi esteri.
13. Lo Stato del mondo in cui ti piacerebbe vivere… Ovviamente l’Italia.
14. Tra i vari problemi del mondo qual è quello che ti da più fastidio? La guerra, perché vedo che l’umanità non impara mai dai propri errori. Tutti gli altri problemi, spesso, sono un “corollario” di quella.
15. Per informarti cosa gradisci… Cerco di leggere siti e quotidiani vari, ma con spirito il più possibile critico.
16. Che personaggio storico ti piacerebbe essere? Di primo acchito ti avrei risposto Alessandro Magno, ma forse sono un po’ esagerato! Diciamo Leonida per l’antica Grecia, Virgilio o Catullo per l’antica Roma. Gutenberg per il Medioevo.
17. Il tuo massimo sogno di felicità… Una vacanza al mare o in montagna.
18. Hai tatuaggi e/o piercing: perché hai scelto di farli? No. Preferisco restare come sono.
19. Un ricordo bello legato alla tua infanzia… Le festività passate con la famiglia al completo, quando ancora avevo i nonni.
20. Pro o contro l’aborto e perché… Contro: la vita umana ha sempre valore, perciò va sempre tutelata e mai misurata con un criterio di efficienza.
21. Pro o contro l’eutanasia e perché… Come sopra.
22. Pro o contro la legalizzazione delle droghe chiamate leggere e perché… Perché non sono affatto “leggere”.
23. Credi nella vita su altri pianeti? Perché no? Il cosmo è talmente vasto…
24. Che cos’è per te la famiglia? Il luogo dove si forma la personalità e dove si impara a intessere relazioni. È sufficientemente tutelata in Italia? No, è trattata come un passatempo per persone ricche o con idee sorpassate, che non hanno niente di meglio da fare.
25. Cosa pensi della credenza orientale chiamata reincarnazione? No, non ci credo.
26. Credi in una forma di vita dopo la morte terrestre (per esempio Paradiso, Inferno, ecc.)? Certo: credo che esistano Paradiso, Purgatorio e Inferno.
27. Credi negli angeli? Certo.
28. Chi è per te Gesù Cristo? Il Figlio di Dio.
29. Credi che possano verificarsi dei miracoli? Certo. Ma bisogna avere fede.
30. Qual è il senso della tua vita? Come vorresti spenderla nel mondo? Vorrei impegnarmi per gli altri tramite la scrittura e, in generale, la cultura.
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments