Transumanesimo, metaverso e intelligenza artificiale con l’avv. Amato

Transumanesimo, metaverso e intelligenza artificiale con l’avv. Amato

a cura della Redazione

CHE NE È DELLA NATURA SPIRITUALE DELL’ESSERE UMANO QUANDO LE SUE STESSE CAPACITÀ COGNITIVE NON SONO PIÙ SUE?

Il Comitato Liberi in Veritate di Parma e Piacenza in collaborazione con ProVita e Famiglia ed il Sindacato di Azione di Parma organizza per sabato, 16 marzo 2024, alle ore 15,00, una conferenza dedicata al “Transumanesimo, metaverso, intelligenza artificiale”. Relatore sarà l’avv. Gianfranco Amato (Presidente dell’Associazione Giuristi per la Vita) e l’incontro avrà luogo a Fontevivo (Parma) presso la sala ANSPI in via Roma, 1. 

L’intelligenza artificiale  è da tempo uscita dai laboratori e sta entrando sempre più nella nostra vita, anche in modi che non sempre conosciamo.

La paternità del termine Transumanesimo appartiene a Julian Huxley  che lo utilizzò per la prima volta nel 1927. Dietro questo termine si cela una dottrina culturale, intellettuale e scientifica che viene promossa con lo scopo di “migliorare”, ed “estendere” le capacità fisiche e cognitive della specie umana, attraverso dispositivi (microcomputer) che si collegano direttamente ai centri nervosi e neuronali, dando vita a una sorta di ibridi uomo-macchina. Le pretese della filosofia transumanista, che si motivano con la cura di disabilità e malattie si spingono poi a proporre obbiettivi ben più ambiziosi quali l’eliminazione della sofferenza, dell’invecchiamento fino ad arrivare a realizzare l’immortalità.

E’ lecito tutto questo? E’ lecito che perfino il corpo umano venga violato nella sua integrità per diventare parte di un un sistema in parte biologico e in parte informatico?

Che ne è della natura spirituale dell’essere umano quando le sue stesse capacità cognitive non sono più sue? Domande cruciali alle quali mai l’uomo ha dovuto far fronte fino ad ora ma che ora si pongono come urgenti e vitali per la nostra stessa vita. Domande che invece vengono artificialmente taciute e nascoste da un contesto mediatico per nulla neutro e pesantemente sbilanciato in un favore acritico per tutto ciò che è “tecnologicamente possibile”. 

I posti sono limitati, si consiglia di prenotare scrivendo un’email a: parma@liberiinveritate.it. Ingresso ad offerta libera.

L’avv. Gianfranco Amato, è presidente dei Giuristi per la Vita, associazione che si occupa di difendere i diritti della famiglia, in particolare nell’educazione scolastica. Ha pubblicato diversi libri sul tema, scrive su varie riviste nazionali e siti web.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments