Divina Commedia e Sacra Scrittura

di Bruno Volpe

IL NUOVO LIBRO DI ANTONIO CALISI

Il nuovo libro di Antonio Calisi, diacono di rito cattolico bizantino, teologo e noto iconografo dal titolo: “Divina Commedia e Sacra Scrittura“, offre un’analisi approfondita del rapporto tra la Bibbia e l’opera dantesca. L’autore, studioso di letteratura e teologia, ci accompagna in un viaggio attraverso i tre regni ultraterreni, evidenziando le numerose citazioni, allusioni e parallelismi con i testi sacri. Calisi esamina con rigore filologico i diversi livelli di interconnessione tra la Commedia dantesca e la Sacra Scrittura, fornendo al lettore una chiave di lettura preziosa per comprendere l’opera dantesca nella sua complessità.

L’autore non si limita a un’analisi meramente letteraria, ma approfondisce anche le implicazioni teologiche e filosofiche del rapporto tra le due opere. Il libro è scritto in modo chiaro e accessibile, non solo agli specialisti di letteratura e teologia, ma anche a un pubblico più ampio di lettori interessati ad approfondire la conoscenza della Divina Commedia e della Bibbia. Lo abbiamo intervistato.

Qual è il rapporto tra la Divina Commedia e la Sacra Scrittura?

“Il rapporto tra la Divina Commedia e la Sacra Scrittura è profondo e complesso e si manifesta a livello letterale con numerose citazioni, allusioni e parallelismi. Dante si ispira a personaggi, vicende e immagini bibliche per costruire il suo universo narrativo. Precisamente la struttura stessa della Commedia, con i suoi tre regni ultraterreni, ricalca la tradizione biblica del Paradiso, del Purgatorio e dell’Inferno. La Commedia è permeata dalla visione teologica di Dante, che si basa sulla Scrittura. Il poema affronta temi teologici di grande rilevanza, come la salvezza, il peccato, la grazia e la giustizia divina. La figura di Beatrice, che accompagna Dante nel Paradiso, rappresenta la teologia stessa. Inoltre, la Commedia riprende e rielabora concetti filosofici presenti nella Bibbia, come la natura del bene e del male, il libero arbitrio e la felicità. Dante offre una sua personale interpretazione della filosofia cristiana, in dialogo con la tradizione biblica. In definitiva, la Divina Commedia non può essere compresa appieno senza una conoscenza approfondita della Sacra Scrittura. Le due opere sono interconnesse e si illuminano a vicenda, offrendo al lettore un’esperienza di grande valore letterario e spirituale”.

Prof. Calisi perché ha scritto il libro “Divina Commedia e Sacra Scrittura”?

“Sono solo un appassionato lettore della Divina Commedia e studioso della Sacra Scrittura. Attraverso il libro, ho desiderato condividere l’amore per queste due opere monumentali. Svolgendo spesso lezioni e attività didattiche sulla Sacra Scrittura con i miei studenti del liceo è nato questo libro, spinto dall’esigenza di avere del materiale didattico completo e aggiornato che integri l’analisi letteraria con la prospettiva teologica. In un contesto sociale in cui la fede e la cultura spesso appaiono separate, nelle mie lezioni promuovo un dialogo tra questi due ambiti. Spero che il libro possa suscitare, oltre ai miei studenti, un interesse nel pubblico più ampio, una nuova curiosità e un nuovo apprezzamento per quest’opera fondamentale della letteratura italiana e una maggiore diffusione della cultura letteraria e religiosa”.

 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments