I poveri hanno bisogno della grande finanza

di Agrippino Castania

I SOLDI OTTENGONO VERO VALORE QUANDO SONO UTILIZZATI PER AIUTARE LE PERSONE IN DIFFICOLTÀ

Da giornalista economico finanziario chiedo spesso agli istituti bancari internazionali a sostenere con qualsiasi forme di credito le fasce più deboli del mondo. I poveri hanno bisogno del sostegno della grande finanza perché hanno ampi strumenti di sostegno finanziario.

Ad esempio seguo con interesse il progetto della Grameen Bank che ha avuto inizio nel 1976 come progetto pilota di ricerca-azione nel villaggio Jobra, nel distretto di Chattogram, in Bangladesh. Poi nel 1983, il progetto è stato trasformato in una banca con lo scopo principale di contrastare concretamente la povertà e dare potere ai poveri emarginati del Bangladesh attraverso il prezioso microcredito. La caratteristica unica della Grameen Bank è che non è richiesta alcuna garanzia per ottenere il credito dalla banca. Questo fattore è estremamente importante.

La dottrina cattolica promossa dalla Chiesa e da Papa Francesco, è incentrata al supporto dei poveri. Infatti più volte il Pontefice ha esortato lo Ior (Istituto per le Opere di Religione) ad aiutare le persone in difficoltà attraverso azioni significative. I soldi ottengono vero valore quando sono utilizzati per aiutare le persone in difficoltà. Le zone del mondo dove si trovano i Paesi più poveri del mondo sono: Africa Subsahariana 42,7%; Asia meridionale 18,8%; Asia orientale e zona del Pacifico 7,2%; America Latina e Caraibi 5,6%.

Il mio auspicio è quello che un giorno gli attuali poveri della Terra possano avere la sicurezza economica, così da costruirsi un futuro migliore.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments