Caterina fu una donna unica

Caterina fu una donna unica

di Giuliva Di Berardino

IL VANGELO DEL GIORNO COMMENTATO DA UNA TEOLOGA LITURGISTA 

Lunedì 29 aprile 2024 

Mt 11,25-30

In quel tempo, Gesù disse:  «Ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così hai deciso nella tua benevolenza. Tutto è stato dato a me dal Padre mio; nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio vorrà rivelarlo. Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita. Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero».

Ho scelto volutamente di commentare oggi il Vangelo proprio della memoria di Santa Caterina da Siena, patrona d’Italia e d’Europa che oggi festeggiamo. Il ricordo e la preghiera di questa santa può illuminarci il cammino in questo tempo in cui siamo provati da guerre e sofferenze. Caterina fu una semplice ragazza, non di ceto nobiliare, che però il Signore ha scelto fin dall’infanzia, infatti, da subito ebbe una forte incidenza intorno a lei, soprattutto per la sua fede, non solo a Siena, ma in tutta Italia, in Europa, e non solo tra le persone semplici, ma tra i governanti, i politici, i re e le regine. Scrisse anche al papa, che al tempo si era stabilito in Francia, e le sue parole furono talmente efficaci da farlo tornare a  risiedere nella città di Roma, cambiando così il corso della storia e stravolgendo le vicende politiche dell’Europa del tempo. 

Gesù nel testo del Vangelo che la liturgia ci offre per celebrare questa santa mistica, afferma: “nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio vorrà rivelarlo”. L’eccezionale sapienza di Caterina e la concretezza che la contraddistingue, la forza delle parole che utilizza nei numerosi scritti che ha lasciato, meravigliano tutti, non solo perché ai tempi una donna di semplici origini non avrebbe mai potuto osare tanto, ma anche perché aveva imparato a scrivere senza che nessuno le avesse insegnato.

Caterina fu una donna unica, tanto che per alcuni la sua storia sembra essere qualcosa di inaudito. È solo la fede di Caterina, il suo enorme amore per Gesù crocifisso che ha reso questa giovane povera donna illetterata un personaggio pubblico già da subito, capace di predicare il Vangelo in pubblico, nelle piazze e di richiamare tutti, donne e uomini, poveri e ricchi, giovani e vecchi, alla verità: senza peli sulla lingua rimproverò i re arroganti e litigiosi, i cardinali che pensavano solo ai soldi, e perfino il papa, che lei però sempre con grande rispetto e profonda venerazione chiama “dolcissimo Cristo in terra“.

La piccola Caterina, in un mondo pieno di violenze come era al tempo la nostra Europa, non ha avuto paura di nulla e di nessuno, perché la sua forza è sempre stato l’amore per il Crocifisso e l’amore per la Chiesa, nonostante fosse molto corrotta al suo tempo. Di fronte alla corruzione espone Cristo crocifisso e parla con coraggio della sapienza del Crocifisso, della sua potenza, della sua salvezza.

Allora oggi Caterina ci ricorda che il coraggio di chi crede è importante che si manifesti, ma non con polemiche, non con prese di posizioni assurde o con teorie che mettano d’accordo un po’ tutti..no! Il coraggio di chi crede si può manifestare solo nell’amore di Cristo crocifisso e risorto, può venire solo dal fuoco dell’amore di Cristo che si è lasciato inchiodare sulla croce, senza aprire la sua bocca, scrive il profeta Isaia. Preghiamo che per le preghiera di questa santa, Caterina, nostra patrona, il fuoco dell’amore di Cristo torni a divampare nei cuori dei cristiani in Italia, in Europa e anche nel mondo che oggi soffre a causa delle guerre.

Preghiamo con le parole di Santa Caterina: O inestimabile Amore! Tu ci illumini con la tua sapienza, perché possiamo conoscere noi stessi, la tua verità e i sottili inganni del demonio. Con il fuoco del tuo amore accendi i nostri cuori del desiderio di amarti e di seguirti nella verità. Tu solo sei l’Amore, degno di essere soltanto amato! 

 

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments