Totò rivive in un fumetto

di Matteo Orlando 

ARRIVA IL SECONDO VOLUME DI “TOTÒ, L’EREDE DI DON CHISCIOTTE

La Panini Comics ha curato l’edizione di un’opera di uno dei più grandi fumettisti italiani, Fabio Celoni, dal titolo “Totò, L’erede di Don Chisciotte”. Ispirato a una sceneggiatura mai portata sugli schermi dal celebre comico campano film, in questi giorni è uscito il secondo volume che è stato presentato al Comicon 2024.

“Voglio confessarvi anche una mia segreta ambizione: interpretare il Don Chisciotte. Ci penso sempre e spero che il mio desiderio si avveri, poiché Don Chisciotte mi è molto simpatico”, diceva il Principe Antonio de Curtis (ossia Totò). Tra i suoi sogni nel cassetto c’era quello di essere l’eroe del celebre romanzo di Miguel de Cervantes ed era quasi a un passo da realizzare questo sogno. Nel 1948 il progetto di girare il film era in fase avanzata e con Totò, che avrebbe vestito i panni di Don Chisciotte de la Mancha, ci sarebbe stato Aldo Fabrizi come co-protagonista nel ruolo di Sancho Panza. In quell’anno c’erano state anche delle prime stesure del soggetto cinematografico (con sceneggiatori del calibro di Cesare Zavattini e Antonio Pietrangeli), ma quel progetto rimase sepolto in un cassetto.

Nel 2017 però, Fabio Celoni, disegnatore di Topolino, Paperinik, Dylan Dog e Dampyr, grande appassionato di Totò, fortuitamente si è imbattuto proprio nei soggetti originali del film e da lì ha avuto l’idea di realizzare un fumetto in cui Totò è finalmente nei panni di Don Chisciotte.

La graphic novel è divisa in due volumi editi da Panini Comics. Il primo era stato pubblicato nel 2022, il secondo e ultimo è stato pubblicato nei giorni scorsi. Entrambi sono stati lanciati al COMICON.

Celoni, quindi, ha dato vita un progetto che unisce cinema e fumetto grazie anche al contributo della nipote del principe della risata, Elena Anticoli de Curtis.

“I miei primi approcci al progetto risalgono al 2017, quindi sono ben 7 anni che lavoro a quest’opera”, ha dichiarato Fabio Celoni, che con il suo fumetto ha reso onore anche alla sua Napoli e alla sua arte.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments