Se passa la legge Zan-Scalfarotto sarà punito come razzista chi ha dei valori non lgbt


La legge Zan-Scalfarotto è solo apparentemente contro quella che viene chiamata “omotransfobia”. Gli atti di violenza, infatti, sono già puniti – e ci mancherebbe! – oltretutto con aggravanti se l’offeso è disabile, omosessuale, ecc.



Se passa la legge Zan-Scalfarotto sarà tacciato e punito come una specie di razzista chiunque ha dei valori diversi da quelli imposti dalla nuova categoria Lgbt: mamme e papà che educano i loro figli, sacerdoti e catechisti che trasmettono la fede, insegnanti che non inseriscono il gender nella didattica.



Avere opinioni diverse non rende tali idee automaticamente lesive! Eppure saremo stigmatizzati e puniti al pari dei razzisti se oseremo obiettare rispetto al pensiero dominante; il quale, “per rendere tutti uguali, renderà alcuni più uguali di altri” (Orwell).

Giorgia Brambilla 

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments