Vittime invisibili di una guerra, taciuta e diretta, contro il Cristianesimo


 

Il Reverendo Emmanuel Saba Bileya e sua moglie Juliana sono stati giustiziati lunedì da un gruppo di uomini armati mentre lavoravano nella loro fattoria, nello stato di Taraba in Nigeria.

La coppia lascia otto orfani di età compresa tra 1 e 19 anni.

Altre vittime invisibili di una guerra taciuta e diretta contro il cristianesimo, come in Nigeria dove pastori, leader cristiani e seminaristi vengono rapiti o uccisi ogni settimana.

Niente inchini per i neri dal sangue color ghiaccio perché inservibili dalla narrativa, fastidiosi esempi come il Reverendo Emmanuel e sua moglie di Juliana dimenticati da vivi, rimossi da morti.

 

Lorenzo Capellini Mion


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments