Sacerdote pro-vita chiede di potere parlare del Partito Democratico abortista


Padre Frank Pavone ha chiesto ai vescovi di consentire l’impegno politico del clero durante le elezioni del 2020.



Il principale sacerdote pro-vita statunitense ha chiesto ai vescovi di consentire al clero di potere parlare di come il Partito Democratico che supporta Joe Biden si spende per l’uccisione dei bambini.

“I diritti della Chiesa e il bene comune sono attaccati senza precedenti dal Partito Democratico”, ha scritto ai vescovi padre Frank Pavone, direttore nazionale dei “Sacerdoti per la vita” (Priests for Life).

Padre Pavone ha osservato come le attuali direttive della Chiesa proibiscano al clero di impegnarsi nella politica. Tuttavia, ha sottolineato, “l’attuale situazione politica è grave” ma “le direttive non tengono conto di tutto ciò”.



Il sacerdote ha sottolineato che la gerarchia “spesso vanifica e ostacola la missione del clero e dei laici quando si tratta di articolare e applicare gli insegnamenti della Chiesa al regno politico”.

“Quando il Partito Repubblicano sostiene fermamente il principio secondo cui il governo non può autorizzare l’uccisione di bambini, e il Partito Democratico rifiuta fermamente tale principio abbracciando l’aborto senza restrizioni, come è possibile che la Chiesa proclami il suo insegnamento senza screditare (implicitamente se non esplicitamente) il partito politico che così chiaramente si oppone a quell’insegnamento?”, ha scritto Padre Pavone ai vescovi.

QUI la lettera integrale in inglese



 

 


Subscribe
Notificami
1 Commento
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments

Purtroppo non si dovrebbe dire abortire, ma uccidere. Molti non sanno di avere ucciso i propri figli.