La propaganda sul controllo delle nascite della signora Gates, tra malthusianesimo e femminismo


Non solo Malthus.

Il controllo delle nascite venne introdotto ufficialmente dall’ONU come nuovo diritto umano nella dichiarazione di Teheran del 1968.

L’obiettivo era quello di arginare la “bomba demografica” considerata il principale freno allo sviluppo del Terzo Mondo.

Per questo nacque nel 1952 a Bombay l’IPPF, una ONG molto potente e diffusa sul territorio, che è attualmente tra i principali sostenitori del controllo delle nascite (family planning).

Il ruolo dei governi sarebbe, quindi, quello di vigilare affinché avvenga l’effettivo esercizio “responsabile” dei “diritti riproduttivi”.

Insomma, la propaganda della signora Gates, perché si facciano MENO FIGLI, è condita di malthusianesimo, ma anche di una buona dose di femminismo: nientemeno che i due bracci dell’EUGENISMO contemporaneo.

 

Professoressa Giorgia Brambilla

 

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments