L’Arabia Saudita “spinge” le Nazioni Unite a concentrarsi sull’islamofobia


 

L’Arabia Saudita con i suoi potenti mezzi ha invitato le Nazioni Unite a continuare a concentrarsi sull’eliminazione dell’islamofobia.

Se al contempo si chiamasse alla fine dell’omofobia, della misoginia, dell’intolleranza religiosa, del terrorismo jihadista, del suo finanziamento e alla fine della pratica della schiavitù che dal quindicesimo è sorpavvissuta sino al ventunesimo secolo, assieme all’orrore sociale rappresentato dalla Sharia bene anche io chiederei la fine dell’islamofobia.

Fino ad allora no, grazie.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments