Ancora incendi e migliaia di alberi in fumo. La politica si svegli!


Due vasti incendi da alcuni giorni stanno interessando l’area  dei  Monti della Laga,  frazioni di Arischia e di Cansatessa.

Nelle zone dell’aquilano colpite da due incendi, ieri è arrivato anche l’arcivescovo dell’Aquila, il cardinale Giuseppe Petrocchi che, durante la celebrazione della mattina, nel santuario di San Giovanni Paolo II alla Ienca, ha pregato in particolare per l’emergenza in corso e per tutto il personale impegnato nello spegnimento dei roghi. Nel pomeriggio di ieri, dalle 15.30, accompagnato dai vigili del fuoco, si è recato nella pineta di Arischia, una delle aree maggiormente toccate dalle fiamme. Alle 17 di ieri pomeriggio si è infine spostato nella comunità di San Benedetto in Arischia, dove si è sviluppato il primo grande incendio, per pregare assieme al parroco e ai fedeli della comunità dell’Alta Valle dell’Aterno. Successivamente, alle 18.30, il cardinale si è recato nella parrocchia di San Giovanni da Capestrano in Cansatessa, per un momento di preghiera e riflessione con la comunità parrocchiale.

Come in tutte le estati anche in questa la piaga degli incendi boschivi non accenna a diminuire.

E’ arrivato il momento, anche in questo campo, di dare un segnale politico forte, molto forte.

Ma il governo Conte pensa al pdl Zan come emergenza nazionale!

 

Angelica La Rosa

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments