Eutanasia nazista? No danese: concepiti con Sindrome di Down sempre più soppressi


La pratica eugenetica dell’aborto selettivo ha fatto nascere in Danimarca solo 18 bambini con sindrome di Down nel 2019.

Secondo un rapporto pubblicato dal registro citogenetico centrale nazionale danese, in tutto il Paese solo 18 bambini sono nati con trisomia 21 (sindrome di Down), 11 dei quali sono stati diagnosticati dopo la nascita.

Questo è il livello più basso mai raggiunto in questo paese dal 1970, da quando questi dati sono registrati.

Dal 2004 la Danimarca offre a tutte le donne in gravidanza la possibilità di sottoporsi a un esame per trisomia 21. Già nel 2005 il numero di nascite si era dimezzato, stabilizzandosi in media a 33 neonati con Sindrome di Down ogni anno.

Nell’ultimo anno sono nati solo 7 bambini con diagnosi di Sindrome di Down durante la gravidanza. I restanti 11 nati hanno avuto la fortuna di non essere diagnosticati prima della nascita, poiché probabilmente sarebbero stati anche abortiti.

“Non possiamo avere una società che trasforma automaticamente una gravidanza in un aborto a causa di una diagnosi”, ha dichiarato Grete Fält-Hansen, che guida la Landsforeningen Downs Syndrom (LDS), a TV2 News.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments