L’estremismo musulmano in alcune sue sfaccettature. E in Occidente ci voltiamo dall’altra parte


Darbasiyyah, Siria. Beritan, una giovane combattente delle YPJ in Siria, è stata uccisa da suo fratello dopo essere stata accusata dal padre e dai parenti di etnia araba di aver “portato vergogna e disonore sulla famiglia” per essersi unita nella lotta all’estremismo musulmano.

Le mai troppo ringraziate e mai troppo ricordate donne dell’ Unità di Protezione delle Donne (YPJ) tra le quali militava la coraggiosa Beritan hanno svolto un ruolo significativo nella lotta contro lo Stato islamico.

La storia di Beritan è emersa grazie dalle benemerite associazioni per i diritti umani SOHR e Kongra-Star e ci arriva da una regione in cui normalmente abusi e violenze nei confronti delle donne vengono inghiottiti dal silenzio visto che chi li commette non corre alcun rischio.

A causa del tessuto religioso culturale della regione agli uomini che uccidono donne o ragazze, accusate di aver recato disdoro ad una famiglia o alla comunità, vengono inflitte condanne simboliche o spesso sfuggono completamente alla giustizia.

E in Occidente abbiamo lo speciale talento di voltarci sistematicamente dall’altra parte.

Onore a Beritan, nata libera.

***

Tra i testimoni al processo che si è aperto per gli attentati di Parigi del 2015 c’è l’ex dipendente di Hyper Casher, Lassana Bathily, il giovane eroe, anche se rifiuta di essere trattato come tale, che provvidenzialmente aiutò alcuni clienti a nascondersi in una cella frigorifera del supermercato attaccato perché di ebrei.

Il ragazzo inoltre riuscì a fornire informazioni preziose alle forze dell’ordine permettendo loro di salvare la vita di diversi ostaggi.

Lassana è stato decorato ed è stato naturalizzato francese, ora ha un nuovo lavoro e spera che dal processo emerga tutta la verità prima di tutto per rispetto di chi in quel tragico ed indimenticabile 9 Gennaio perse la vita.

Non è mai stato il colore della pelle a dividere le une dalle altre le persone di buona volontà.

Uniti per la buona causa, il peggiore incubo di chi ci vorrebbe divisi.

***

Le attiviste per i diritti delle donne hanno finalmente ottenuto dal governo dell’Afghanistan di vedere inseriti i nomi delle madri sui certificati di nascita dei loro figli.

Ci sono secoli da recuperare, un passo alla volta, piano piano.

***

Uffici dei media iracheni sono stati presi d’assalto, saccheggiati e dati alle fiamme per aver trasmesso della musica durante la festività di Ashura.

Perché è una religione che fa rima con moderazione. Sarà un gioco da ragazzi integrare questo, islamofobi!

***

A una settimana da quando l’Africa è stato dichiarato un continente libero dalla poliomielite l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha individuato una nuova epidemia di polio in Sudan collegata a quella in corso in Ciad che è derivata dai vaccini.

Una epidemia di Polio derivata dai vaccini, è scritto esattamente così.

L’OMS ha comunicato che due bambini, uno dello stato del Darfur meridionale e l’altro dello stato di Gedarif vicino al confine con l’Etiopia e l’Eritrea sono rimasti paralizzati; entrambi erano stati recentemente vaccinati contro la poliomielite.

L’OMS ha inoltre affermato di aver trovato altri 11 casi di poliomielite derivati ​​dal vaccino in Sudan e ammette che per ogni caso confermato ce ne siano molti di più essendo una malattia altamente infettiva che può diffondersi rapidamente in acque contaminate e il più delle volte colpisce i bambini sotto i 5 anni.

Io non sono contro i vaccini a prescindere, ma sono contro le bugie specie se spacciate come verità incontestabili.
E sono contro la tecno scienza in mano a uomini potentissimi che magari sforbicerebbero la popolazione mondiale mentre giocano a fare Dio.

***

Ex Francia: I numeri dell’altra pandemia.

Il ministro dell’Interno Gerald Darmanin ha dichiarato che ad oggi 8132 persone sono registrate nel fascicolo del rapporto per la prevenzione della radicalizzazione di carattere terroristica (FSPRT).

Ottomila soldati noti alle forze dell’ordine che quando colpiscono per gli enemedia diventano automaticamente dei disturbati mentali.

 

LORENZO CAPELLINI MION

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments