Guardate i segni (negativi e positivi) dei tempi


 

«Quando si fa sera, voi dite: Bel tempo, perché il cielo rosseggia; e al mattino: Oggi burrasca, perché il cielo è rosso cupo. Sapete dunque interpretare l’aspetto del cielo e non sapete distinguere i segni dei tempi?» (Mt 16,2-3; cfr. Lc 12,56). Chi ha orecchi, ascolti ciò che lo Spirito dice alle Chiese” (Ap 2,7). Quali sono i “segni dei tempi” che oggi aspettano di essere decifrati e cosa pensarne? Eccone alcuni:

           

Segni negativi 

– strapotere dei mass-media  (radio, Tv, giornali…), che induce dipendenza, omologazione ed esibizione (v. “Grande Fratello”…);

– abuso d’internet (chat, pornografia, pedofilia, furti e frodi);

perdita del senso del Mistero nella  Messa (Liturgia-show);

– generale perdita del senso del peccato: adulteri, aborti, contraccezione, malcostume… sono sempre più giustificati;

profanazione della domenica e delle feste religiose, mediante sport, acquisti, spettacoli profani, evasione dalla città, etc.;

attacchi a Gesù, alla Chiesa e ai suoi simboli (Croci, Santa Messa, Natale, Presepe, Bibbia…): v. gay-pride, Codice da Vinci, etc.

dittatura del relativismo, lotta alla Legge naturale e divina;

– trionfo del caos nella società multi-etnica e multi-razziale;

corsa al benessere, al facile arricchimento, ai guadagni illeciti, alle lotterie e rifiuto della sofferenza (sesso, alcolismo, tossico-dipendenza, suicidio, eutanasia, evasione, turismo, etc.);

sfascio della famiglia (disunione coniugale, tradimenti, separazioni, convivenze, unioni gay, abbandono dei minori e dei vecchi…);

barbarie dei costumi: piercing, tatuaggi, lingua biforcuta, capelli a cresta, strappi, stravaganze…

emancipazione precoce dei ragazzi (motore, cellulare, contatti) e libertà come istinto; ricerca di emozioni forti con i coetanei; chiusura ai genitori;

esplosiva miscela di musica malefica, fumo, alcol, droga e sesso, che ingrossa il popolo della notte e uccide la gioventù in cerca di sensazioni forti e di fuga alienante nel nulla;

– stragi del sabato sera e grande numero d’incidenti stradali;

– enorme diffusione della magia, dei malefici, delle maledizioni, dell’invidia-gelosia; oroscopi, amuleti, talismani, astrologia, etc.;

– espansione della malavita organizzata e dei delitti;

– crescente apostasia: abbandono della fede e della pratica religiosa di intellettuali, artisti, lavoratori, impiegati, giovani…;

– pullulare di sètte, di culti alternativi, del paganesimo, della stregoneria, della superstizione…;

– estendersi del potere delle Logge Massoniche (v. nuovo tempio di Padre Pio a San Giovanni Rotondo), della Sinagoga e della Moschea;

– siccità e pestilenze, incendi e alluvioni, terremoti e tsunami, cicloni e uragani;

recessione mondiale, crollo della fiducia e dell’occupazione;

immigrazione clandestina inarrestabile e progressiva;

islamizzazione forzata (per numero di figli, poligamia, moschee, centri islamici, sharìa nei nostri luoghi, diritto di voto);

persecuzione dei cristiani e dei cattolici in particolare (Iraq, Sudan, Palestina, India, Paesi Arabi, Indonesia, Cina, Filippine…);

– progressivo inquinamento dell’ambiente, distruzione delle risorse e desertificazione; sconvolgimento degli eco-sistemi naturali;

– pazza corsa agli armamenti sempre più micidiali e crescenti spese militari;

– aumento della fame, della povertà, dell’ignoranza, delle malattie a livello mondiale, dell’oppressione dei deboli;

terrorismo islamico, talebano, indù, basco, ceceno, maoista; pirateria somala

– estendersi di vecchi e nuovi conflitti su tutta la terra;

– crescere esponenziale dei tumori maligni, dell’Aids e delle disgrazie, dei suicidi.

 

Segni positivi

– risvegliarsi del senso del sacro nonostante tutto il contrario;

– gran numero di persone che vanno in pellegrinaggio a Santuari e luoghi di apparizioni mariane; il turismo religioso;

– fiorire di Gruppi ecclesiali (Focolarini, Neo-catecumenali, Rinnovamento, Sant’Egidio, Cenacoli Mariani, Forum delle Famiglie, Festival dei giovani a Medjugorje, etc.);

– estendersi del volontariato, Onlus e Comunità di recupero;

dialogo tra persone, istituzioni e culture a livello mondiale;

– facilità delle comunicazioni e degli spostamenti  personali;

globalizzazione, ricerca dell’unità e dell’integrazione, pur nella diversità e differenziazione dei ruoli a livello mondiale;

– crescita di commercio equo-solidale, banca etica, micro-credito;

– diffusione del Magistero della Chiesa e l’elevazione dell’autorità del Papa sopra ogni altra autorità spirituale sulla terra;

apparizioni mariane più recenti (Lourdes, Fatima, Medjugorje);

– uso crescente dei mass-media da parte della Chiesa;

– prodigiosa diffusione di Radio Maria nell’Italia e nel mondo;

– successo delle Giornate mondiali della Gioventù

           

Cosa pensarne?

Di fronte ai segni di valenza negativa, dal punto di vista religioso non c’è da fare altro che ciò che dice il Vangelo: conversione a Dio e sequela di Cristo, l’unico che può salvare il mondo. “Se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo” (Lc 13,3.5), cioè di morte violenta e sciagurata. Se gli uomini voltano le spalle a Dio, a lungo andare si rovina tutto: la famiglia, la gioventù, le istituzioni, l’economia, lo sport, il divertimento, etc. e Dio non protegge più. Le sventure sono l’ultimo richiamo di Dio per svegliare tutti e indurci alla conversione e quindi alla salvezza. Questa è la lettura da fare e il messaggio da annunziare dai tetti, come Giona a Ninive, aggiungendo che con Gesù e solo con Lui tutto si può salvare.

È opportuno ricordare gli Atti degli Apostoli: «E Pietro disse: «Pentitevi e ciascuno di voi si faccia battezzare nel nome di Gesù Cristo, per la remissione dei vostri peccati; dopo riceverete il dono dello Spirito Santo. Per voi infatti è la promessa e per i vostri figli e per tutti  quelli che sono lontani, quanti ne chiamerà il Signore Dio nostro». Con molte altre parole li scongiurava e li esortava: «Salvatevi da questa generazione perversa» (At 2,38-40).

Oggi, ai molti che vanno cercando una via di salvezza, non c’è che da additare Gesù: crocifisso e risorto.

Di fronte ai segni positivi, bisogna vedere lo Spirito Santo in azione e cercare di favorirne la diffusione. Egli è Dio e perciò ben superiore a Satana, che oggi governa il mondo, ma che presto sarà cacciato via (cfr. Gv 12,31). È lo Spirito Santo che convincerà il mondo “quanto al peccato, alla giustizia e al giudizio” (Gv 16,8-11) e creerà “Cieli e Terra nuova” (cfr. 2 Pt 3,13), con i tempi della consolazione e della restaurazione di tutte le cose (cfr. At 3,19-21), come era stato predetto da tutti i profeti, e poi l’avvento del Regno di Dio in Cristo-Gesù, unico Sovrano del mondo.

In attesa di questi eventi che solo Dio potrà realizzare, ci prepariamo alla battaglia con le armi della fede (cfr. Ef 6,10-20). In questa linea vediamo il vero cristiano lottare per Cristo con tutte le sue forze:

– con lo spirito diretto dal vento dello Spirito Santo;

– con l’anima legata a Cristo nel vincolo nuziale;

– col corpo offerto come sacrificio vivente a Dio;

– la testa e la mente ben piene della Parola e dei giudizi di Dio;

– le orecchie tese alla voce di Dio e ai richiami dei fratelli;

– gli occhi limpidi e luminosi con una vista che supera l’orizzonte;

– la bocca piena dell’annunzio del Regno e l’invito a seguire Gesù;

– nel cuore la carità di Dio e la misericordia verso tutti;

– le mani pronte a lasciarsi ferire nello spezzare il pane;

– le ginocchia speso piegate nella preghiera di adorazione;

– i fianchi cinti con la castità (verginale o sponsale);

– i piedi  lesti a correre per annunziare il Vangelo;

– le spalle pronte a portare la propria e altrui croce.

Il mondo di oggi ha bisogno solo di una cosa: vedere dei cristiani autentici. Tutto il resto viene da sé: salute, benessere, pace, progresso. Per questo Gesù disse: «Cercate prima il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta» (Mt 6,33). Ma la Chiesa oggi saprà rispondere a questo bisogno? È davvero fedele al suo Sposo: Cristo?

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments