La sinistra sfodera l’asso nella manica ed è peggio del DDL Zan: il DDL 2634!


Di Umberto Spiniello

Il mondo cattolico sta scaldando i motori per cominciare la battaglia in difesa della legge naturale e della complementarità tra uomo e donna, ma ecco che l’ideologia progressista sfodera a sorpresa un asso dalla manica, il DDL 2634 un proposta di legge fortemente voluta dall’ on. Boldrini e dalle frange della sinistra estrema che siedono in parlamento.

La proposta di legge appena depositata e non ancora in esame, potrebbe essere la chiave di volta per inculcare e normalizzare le teorie di genere e l’omosessualismo ad adolescenti e bambini. Difatti questo DDL mette le mani direttamente sulla scuola, con una strategia che sembra proprio il caso di dire “Diabolica”.  Attraverso gli articoli di questa proposta di legge, prende forma il sogno liberal di  un “osservatorio nazionale sulla diversità e sull’inclusione nei libri di testo scolastici” che abbia “il compito di redigere le linee guida sulla diversità e sull’inclusione nei libri di testo scolastici”.

Una super commissione dai poteri censori chiamato  “osservatorio” che non solo stabilirà i testi a norma gender e quelli da censurare , ma potrà anche modificare i testi scolastici e pubblicare elenchi degli editori “ribelli”.

Essendo noto cosa intenda l’ideologia liberal-progressista quando parla di “diversità” e cosa celi il termine “inclusione” , fa ancora più impressione l’articolo 5  che obbligherà docenti e personale scolastico ad una sorta di rieducazione, camuffata da aggiornamento “si prevede che il Ministero dell’istruzione inserisca nei piani, nei programmi e nelle iniziative di formazione destinati al personale delle scuole e della propria amministrazione centrale e periferica percorsi di formazione e di aggiornamento sui temi della diversità e dell’inclusione.”.

A conti fatti sembrerebbe che se in un testo scolastico si introducessero  concetti come famiglia naturale, genitorialità, dimensione relazione e affettiva dell’attività sessuale, scatterebbe automaticamente la mannaia della censura e della gogna mediatica, inoltre si produrrebbero modifiche al testo “incriminato” redatte dallo stesso fantomatico osservatorio. Infatti l’art. 2 precisa che l’osservatorio si rende disponibile a collaborare con l’editore ai fini della revisione del testo. Si aggiunge anche che “il parere dell’osservatorio è inserito tempestivamente in appositi elenchi pubblichi telematici istituiti e tenuti dallo stesso osservatorio”.

Il carattere totalitario di questa proposta di legge si evince dal fatto che una commissione che vigila sui testi scolastici già esiste, il settore dell’editoria scolastica, si è già dato delle direttive attraverso un codice di autoregolamentazione nei libri di testo (POLITE) dell’Associazione italiana editori, realizzato in accordo con il Ministero dell’istruzione.

La “tecnica” legislativa che lega il DDL Zan con questa proposta di legge è evidente, modificare norme preesistenti e perfettamente operanti, al solo scopo di identificare e punire chi non si riconosce in queste ideologie anti-umane. Inoltre non c’è bisogno di sottolineare che sono previsti fiumi di soldi a questo osservatorio, ad oggi si parla di un milione di euro all’anno. L’offensiva delle ideologie di genere non avrà argini, una volta messe le mani sulla scuola.

 


Subscribe
Notificami
5 Commenti
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments

Complimenti Governo,compli!menti Boldrini, complimenti criminali manipolatori delle coscienze, vergognatevi di questi o scuri propositi!!!! Volete rovinare le nuove generazioni , introducendo nelle maglie dell’educazione concetti così delicati da richiedere una preparazione culturale e psicologica, completamente assente oggi nei ranghi delle istituzioni!!!!! L’abbiamo già sperimentato con la scuola, che non sta funzionando, per colpa di soggetti simili. Vi auguro che le vostre decisioni ricadano sui vostri eredi, così farete l’esame di coscienza, ma sarà tardi!

complimenti alla chiesa che dorme, che non ha un osservatorio per queste problematiche, che non mobilita preti e laici in difesa della natura umana. ha altre cose a cui pensare

Il papa è troppo occupato a screditare i “sovranisti”, i “populisti”

La Nuova chiesa modernista non ha nulla da obiettare nei confronti dei compagni rossi,perché i vertici del clero hanno scelto deliberatamente la missione della politica.Grazie per il vostro operato.

Satana sta lavorando a tutto campo .e coloro che si lasciano ispirare da lui non fanno altro che elaborare piani sempre piu perversi per distruggere l’uomo,la famiglia,la Chiesa.Noi ,che ci sentiamo impotenti davanti a tanto male,invochiamo con forza lo Spirito Santo , facciamoci ispirare da Lui e nello stesso tempo consacriamoci al Cuore Immacolato di Maria e al Sacro cuore di Gesù .Maria,nostra madre,interceda presso suo figlio,Gesù ,perché l’antico nemico sia vinto e umiliato e non possa portare a termine i suoi piani di morte.Sia sempre benedetto il Cuore Immacolato di Maria e il Sacro Cuore di Gesù!