Pillola abortiva, per l’AIFA l’Ulipristal acetato 5mg controindicato ai minori, 30mg permesso!

Di Simone Pillon

L’AIFA il 23 marzo 2020 ha vietato la vendita di Ulipristal acetato 5mg (nome commerciale ESMYA) a seguito di un nuovo caso di “grave danno epatico”.

Il farmaco è tutt’ora ritirato dal mercato, e sul suo foglietto illustrativo si legge che “i bambini di età inferiore a 18 anni NON devono prendere ESMYA”.

La stessa AIFA lo scorso 8 ottobre 2020 ha autorizzato la vendita alle minorenni SENZA RICETTA di Ulipristal acetato 30mg (nome commerciale ellaOne) come pillola dei 5 giorni dopo (secondo molti si tratta di pillola abortiva a tutti gli effetti).

Ricapitolando, Ulipristal acetato 5mg è controindicato per i minori e ritirato dal mercato per il rischio di gravi danni epatici, ma lo stesso Ulipristal acetato con concentrazione 6 volte superiore (30 mg) non solo è tutt’ora in commercio, ma anzi è liberamente acquistabile da una tredicenne senza obbligo nè di ricetta medica nè di consenso dei genitori.

Com’è possibile tutto questo?

* Senatore cattolico della Lega Salvini Premier

 

Per la rubrica quotidiana dei video, più o meno recenti, proposti per conoscere la realtà che ci circonda proponiamo un video intervento del senatore Simone Pillon che spiega in 3 minuti cosa sta dietro alla scelta dell’Aifa.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

Comprendiamo meglio com’è il Paradiso e cosa possiamo sperare

Sab Ott 17 , 2020
Post Views: 11 Di Padre Giuseppe Tagliareni