Bagnai sulla logica dell’ultimo dpcm: “l’ipotesi che i giovani asintomatici siano contagiosi”

Di Alberto Bagnai*

La logica del decreto è evidentemente quella di impedire gli assembramenti di giovani asintomatici, la cosiddetta “movida”, sulla base dell’ipotesi che i giovani asintomatici siano fortemente contagiosi e quindi mettano a rischio i meno giovani.

Non ho elementi per valutare questa ipotesi e non so se qualcuno li abbia, ma due cose sono evidenti:

(1) non ci vorrà molto a capire se questo approccio funziona: intorno al 15 novembre si capirà se le misure hanno funzionato;

(2) è del tutto evidente che occorre un immediato indennizzo per attività come la ristorazione, che con questo provvedimento vengono chiuse senza chiuderle (tenere i ristoranti aperti a pranzo senza turismo internazionale e con i lavoratori a casa in smart working è chiaramente una presa in giro).

Noi della Lega siamo all’opposizione perché siamo in minoranza, altrimenti saremmo al Governo.

Questo significa che:

(1) quando parliamo non ci ascoltano;

(2) quando proponiamo emendamenti, ad esempio per un equo indennizzo di chi ha perso le proprie fonti di reddito, ci votano contro e vincono perché in democrazia vince la maggioranza;

(3) di tutto questo nostro lavoro la grande massa non sa nulla perché i media sostengono il Governo.

Solo ci cerca di informarsi veramente sa e vede quanto ci sbattiamo per evitare di andare in futuro al governo su un cumulo di macerie. Nervi saldi e occhi aperti.

 

* Senatore della Lega Salvini Premier

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments