Esclusivo, il giurista Loiodice: “Conte viola Concordato, culto e libertà di associazione”


Di Bruno Volpe

“Abuso nei confronti della Chiesa, violazione del Concordato, del diritto di culto e di associazione”: il costituzionalista e docente alla facoltà Aldo Moro di Bari prof. Aldo Loiodice bolla così il nuovo dpcm Conte relativamente alle messe della mezzanotte del Natale e non risparmia critiche…

Professor Loiodice. Il governo ha detto alla Chiesa di celebrare le messe della notte del Natale compatibilmente al cosiddetto coprifuoco…

“L’ennesimo abuso del governo Conte, presunto avvocato del popolo, nei riguardi della Chiesa e dei cattolici. L’autorità governativa non ha alcun diritto di entrare nella sfera del religioso e men che meno dare indicazioni su orari, modalità e altro”.

Però la Cei si è adeguata..

“Questo è altro discorso. Io non discuto l’orario, in via pratica cambia poco se si celebra alle otto, nove e mezzanotte, contano la fede e lo spirito. Il problema è il metodo non rispettoso dei diritti”.

La Ue suggerisce di non fare eseguire per motivi sanitari i canti…

“La Ue non ha alcuna autorità sulle sfere interne di uno Stato e men che meno della Chiesa”.

Anche se si celebrasse a mezzanotte la gente non potrebbe uscire di casa..

“Non è così. Esiste questa specie di coprifuoco, usando un vocabolo improprio. Innegabilmente si è passibili di sanzione amministrativa, ma è del tutto illegittima in quanto i dpcm lo sono al 50 per cento contro la legge e la Costituzione. Bisogna però prendersi il fastidio del ricorso”.

Spostamenti tra i comuni. Che succede se uno abita a due isolati dai genitori ma uno è in un comune e uno nell’altro?

“Questa norma va esaminata nel globale abuso che questo signor Conte sta facendo, esagerando col pretesto dell’emergenza sanitaria per imporre agli italiani uno Stato di polizia che si protrae da tempo. Questa norma va applicata con buon senso. In ogni caso siamo nella violazione del diritto costituzionale di libero movimento in quanto le limitazioni possono essere disposte solo dall’autorità giudiziaria”.

Buon senso come?

“In applicazione al generale principio europeo di proporzionalità delle norme. Ovvero, se tra un comune e l’altro ci stanno pochi metri o isolati è evidente che di fatto non vi è un viaggio. Una cosa è muoversi di due isolati tra comuni formalmente diversi, altra è andare da Bari a Milano… Il criterio è la proporzionalità adeguata al bisogno. Aggiungo che visitare un genitore anziano potrebbe persino rientrare nell’eventualità dello stato di necessità. Molti piani regolatori dei comuni, aggiungo, hanno confini labili e spesso è persino difficile capirli, penso al Gargano, in Puglia”.

Figli e genitori…

“E’ inumano impedire il ricongiungimento per i motivi detti di genitori e figli e penso anche a quelli di coniugi divorziati. Conte sta sequestrando centinaia di italiani e di vecchi in modo illegale senza pagare dazio e Salvini è finito a processo per aver bloccato giustamente una nave di persone che non avevano titolo ad entrare in Italia”.

Vaccini, possono esser obbligatori?

“No, nessuno è sottoponibile per legge al vaccino essendo trattamento sanitario”.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments