Stati Uniti, la dottoressa Morse: “il transgenderismo è una frode”


LA MORSE HA LANCIATO IL “TRANSGENDER RESOURCE CENTER”, STRUMENTO PER COLORO “CHE SI OPPONGONO ALL’IDEOLOGIA TRANSGENDER”

Di Angelica La Rosa

La giornata internazionale della visibilità transgender (da non confondere con il Trangender Day of Remembrance, durante il quale si ricordano “le vittime della transfobia”), è stata fondata dall’attivista trans statunitense Rachel Crandall nel 2009 ed è stata adottata dagli attivisti LGBT a livello internazionale dal 2014. Viene “celebrata” il 31 marzo di ogni anno ma, evidentemente, non è molto apprezzata da tutti.

Negli Stati Uniti la dott.ssa Jennifer Roback Morse, Ph.D, presidente del Ruth Institute, ha spiegato che “il transgenderismo è una frode. Un individuo non può cambiare il suo sesso e, tanto meno la sua specie. È impresso nel suo DNA. Un uomo nato uomo e una donna nata donna rimarranno tali fino alla fine della loro vita. Né la chirurgia né la terapia ormonale lo cambieranno”.

La Morse lo ha detto il 30 marzo, lanciando il “Transgender Resource Center”, definito “uno strumento inestimabile per coloro che si oppongono all’ideologia transgender”.

“Ricordiamo storie come quella di Maritza, che ha vissuto come transessuale da donna a maschio per 17 anni prima della detransizione, così come i collegamenti con il detransitioner schietto, Walt Heyer, autore di Trans Life Survivors”.

Nel nostro centro “ci sono importanti interviste con medici, come la dottoressa Michelle Cretella, che ha analizzato in profondità la disforia di genere, il dottor Andre Von Mol, che ha sfidato con successo l’affermazione che la chirurgia ha migliorato la salute mentale dei pazienti con disforia di genere o il dottor Erin Brewer che racconta la sua storia di bambina violentata, ‘ragazzo’ per rimanere al sicuro dalle violenze, salvata dal transgenderismo a vita grazie a un terapista sensibile”.

“Diranno che siamo odiosi per aver condiviso queste storie e fornito queste risorse. Ma il movimento transgender sta arrecando danni irreparabili, soprattutto agli adolescenti impressionabili, e questa è l’ultima forma di odio. La verità può essere spiacevole, persino dolorosa, ma non è mai odiosa. Negare la realtà è ciò che causa il danno maggiore a lungo termine. Il significato del movimento transgender va ben oltre un atto legislativo, una nomina o un giorno designato per celebrare il transgenderismo. È un movimento che cerca di ribaltare la realtà. Ecco perché il Transgender Resource Center del Ruth Institute è tempestivo e cruciale per coloro che combattono la distopia di genere”, ha spiegato la Morse, che ha ricorda come sia ricco di risorse per gli insegnanti e per i genitori.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments