Empatia estetica quale arma subdola, efficace per un terrorismo di massa


QUASI TUTTI ANELANO AL VACCINO-SALVEZZA DEL MONDO. MA, SI SA, PRIMA O POI LA VERITÀ VIENE A GALLA

Di Fra’ Leo Nico

La pandemia da Covid-19 è una narrazione molto ben orchestrata, convincente, commerciabile e per alcuni un affare molto, molto lucroso.

Ha un tasso di aderenza sensoriale elevato, ha alto “grip”: termine inglese usato per indicare l’aderenza degli pneumatici all’asfalto o nello sport, come golf o tennis, il grado di presa della racchetta con la mano.

Per esempio per aumentare l’aderenza, il “grip”, della mano alla racchetta da tennis o da golf, si avvolge il manico della racchetta con un particolare nastro.

Ma, qual’è il nastro usato dal cosiddetto “potere forte”, per fare aderire la narrazione della pandemia agli ignari della trappola e della menzogna? È “l’empatia estetica”.

La teoria dell’Einfuhlung, dell’empatia estetica è formulata dallo storico e filosofo R. Vischer (1847-1933). Per far sì che la storia della pandemia avesse più credibilità possibile, è stato usato con sapiente astuzia il “grip” emotivo, per colpire la sensibilità della gente a tal punto da alterare la percezione della realtà ed essere empaticamente presi per assenza di critica.

L’immedesimazione estetica porta a negare la conoscenza empirica, il rapporto tra la narrazione fatta dai mass-media e la realtà, la verità oggettiva dei fatti. Ad es., le immagini televisive della carovana dei mezzi militari che procedeva a passo d’uomo, con su le bare delle persone decedute, evocava l’idea d’una incommensurabile ecatombe presente a Bergamo e incombente su tutti. All’opposto, si evocava l’arrivo del furgone dei vaccini, il moderno, come Balto, il poco credibile salvatore della patria!…

L’empatia estetica è stata e continua ad essere il mezzo più usato e pilotato dai così detti “poteri forti” attraverso l’informazione martellante dei mass-media. Contro questo main-stream, il ragionamento non serve. Purtroppo!

Infatti chi prova (nei canali televisivi nazionali come la Rai) con il dialogo o manifesta un pensiero diverso e si oppone viene pregiudicato, deriso e zittito, e se è solo un ragazzo (in una strada del comune di Ravanusa con il megafono o a scuola nel comune di Fano) viene trattato con un TSO. Ecco che quasi tutti anelano al vaccino-salvezza del mondo. Ma, si sa, prima o poi la verità viene a galla.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments