L’on. Comencini: “il governo italiano si attivi in Niger contro il terrorismo islamico”


L’Italia è presente in Niger con un contingente militare…

A cura di Angelica La Rosa

La comunità cattolica del Niger sta subendo attacchi ed intimidazioni in particolare nella zona del Dolbel, il più antico insediamento cattolico nel territorio nigeriano.

L’escalation è partita dopo la fine delle celebrazioni per il Ramadan, da gruppi che sarebbe affiliati ad Al Qaeda o al sedicente Stato Islamico.

Il deputato cattolico della Lega on. Vito Comencini ha sollevato la questione in Commissione Affari esteri con un’interrogazione.

L’Italia è presente in Niger con un contingente militare e sarebbero già migliaia le persone che hanno cercato rifugio a Tillabery, situata a un centinaio di chilometri dalla capitale Niamey.

Il Niger è tra i principali interlocutori dell’Italia in Africa, ma sta vivendo una situazione di estrema fragilità condizionata anche da interferenze esterne come la crisi libica.

“Sono convinto che il governo italiano debba fare la propria parte per contribuire a difendere la comunità cattolica del Niger e a salvaguardare la libertà religiosa in quel Paese”, ha dichiarato l’on. Comencini.

 

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments