Derive etiche in Europa, tra ideologie liberali e Massoneria


“BAMBINI IN OFFERTA… QUANDO LA VITA DIVENTA FONTE DI BUSINESS”

A cura di Matteo Orlando

 

Per le pillole di contro-informazione questa settimana cominciamo da una riflessione di Lorenzo Capellini Mion che ci ha ricordato che gay, chiese, donne ed ebrei hanno un nemico in comune… E si tratta dell’Islam. In molte città europee, infatti, crescono gli attacchi dei musulmani di seconda o terza generazione nei confronti delle categorie suddette e, commenta Mion, ed è sempre più tristemente profetico il versetto del Corano che campeggia sul muro della moschea centrale di Colonia in cui si chiede ad Allah la “vittoria sugli infedeli”…

Sempre in Germania ci sono grossi problemi per quanto riguarda la Chiesa Cattolica locale che, dal punto di vista dottrinale ed etico, è sempre più distante da Roma. “Crisi nella chiesa, la soluzione non sono i sociologismi e gli psicologismi”, ha scritto Diego Torre. Più che un problema di sesso, più che un problema di morale, è in gioco il valore fondamentale della fede, quanto mai in affanno…

Come problematica sta diventando sempre più la Francia, come ha scritto Antonella Paniccia, dove avanza la società della “dittatura dei desideri” e della babele dei diritti.

Buone notizie, invece, nonostante gli abortisti Biden e Harris, arrivano dagli Stati Uniti dove, come ha scritto Angelica La Rosa, il 52% degli americani considera l’aborto “inaccettabile”. Pensate che circa il 75% degli elettori Repubblicani è contro l’abominevole pratica dell’aborto.

Buone notizie anche dall’Ungheria di Orbán che ha vietato la pubblicità dell’omosessualità e ha vietato anche la “propaganda” del cambiamento di sesso tra i minori

In Italia, invece, come ha dichiarato il leader del Comitato FAMILY DAY, il neurochirurgo Massimo Gandolfini, si vuole fare entrare la colonizzazione ideologica gender nelle scuole tramite la formazione degli insegnanti, attraverso una piattaforma scolastica.

“Tutte le categorie professionali, nessuna esclusa, potrebbero essere oggetto delle eventuali sanzioni previste dal DDL Zan”, ci ha ricordato attraverso un’intervista concessa ad Antonella Paniccia l’avv. Cerrelli che ha spiegato che “saremo sempre più inseriti in una società fluida e omologata”.

E Matteo Castagna ha scritto che qualcuno vorrebbe estendere il DDL Zan alla vita ecclesiastica, ricordando che fino a pochi anni fa nessuno si sarebbe sognato di accusare la chiesa di discriminare le donne perché non le ordina “prete-genitore 2”.

Terribili notizie, inoltre, arrivano dal web, come ha scritto Maria Bigazzi nell’articolo dal titolo “Bambini in offerta… quando la vita diventa fonte di business”, riferendosi alle numerose pubblicità online sull’abominevole pratica dell’utero in affitto. Ci sono, infatti, “pacchetti” per ogni categoria di persona, rate mensili e scelta su catalogo.

E altre brutte notizie arrivano dalla Turchia da dove partono i nuovi droni con i quali, ha scritto Umberto Spiniello, Erdogan si prepara a conquistare l’Europa.

Droni e non solo, che sono stati usati in Medioriente, dove si nota lo strapotere di Israele, ha scritto Alessandro Puma, e si contrappongono ancora gli interessi Usa e quelli di Vladimir Putin.

Le violenze in Medioriente, ma anche in altre decine di stati del mondo, fanno capire che “l’organizzazione del pianeta senza Dio lo sta trasformando in un caos”, come ha scritto Daniele Trabucco.

Purtroppo non se la passa bene neanche la Chiesa dove, a fianco dei prelati rispettosi della legge di Dio si notano sempre più, come ha scritto Emanuela Maccarrone, dei disgraziati traditori della dottrina e della morale. Come profetizzava San Paolo VI “il fumo di Satana è entrato nel tempio di Dio”.

A proposito di Dio, Alessandro Franchi ci ha parlato di un argomento intrigante, “la fisica digitale come prova dell’esistenza di Dio”, mentre Enzo Vitale ci ha ricordato il grande valore della devozione al Sacro Cuore di Gesù e l’importanza della “carnalità” di questa devozione e ci ha anche ricordato che il segreto di Fatima è all’origine della memoria liturgica del Cuore Immacolato di Maria.

E sempre parlando del Creatore, dinanzi all’imprevisto Dio è, e rimane, la grande soluzione a cui gli uomini istintivamente guardano, ha scritto Diego Torre, commentando quanto accaduto al giocatore danese dell’Inter che ha rischiato la vita in campo durante una gara degli europei. E dalla tragedia di un campo di calcio è arrivato il richiamo ai veri valori.

Valori e libertà che sono stati negati negli ultimi mesi ai nostri giovani. I ragazzi sono stati depredati del loro bene più grande, ha scritto Gian Piero Bonfanti. Non abbandoniamo i nostri figli in questo momento difficile.

Giovani che sono “il nuovo feticcio progressista, tra dote 18 e amenità assortite: ma su Seid, Saman e Camilla solo tanta ipocrisia”, ha scritto l’avvocato Dalila Di Dio. Spiegando che per PD e 5 Stelle non sono importanti la sicurezza sul lavoro, le politiche per la famiglia o la riforma della giustizia, ma l’erba libera…

Sul fronte politico opposto, invece, Andrea Rossi ha ricordato Renzo De Felice, a 25 anni dalla sua morte, lo storico che è stato “contro i falsi miti” della sinistra, in particolare sulla storia del Fascismo.

Parlandoci di tolleranza zero verso chiunque attenti alla sicurezza fisica o psichica delle persone, Giuseppe Brienza ci ha ricordato un principio fondamentale della Dottrina Sociale della Chiesa e, sempre il dottor Brienza, ci ha spiegato che la verità è una guida assai dimenticata dalla cultura contemporanea. Come sono dimenticati tanti principi della nostra Carta Costituzionale, le cui strutture portanti risentono dell’ispirazione cristiana, come ha scritto Anna Tortora, che ci ha ricordato il contributo dei Cattolici alla Costituzione italiana.

Infine, a proposito di cultura, il professor Francesco Bellanti ci ha ricordato Giacomo Leopardi, scomparso il 14 giugno del 1837, soffermandosi su una giornata napoletana del grande poeta.

Mariella Lentini, Autrice del libro “Santi compagni guida per tutti i giorni”, ci ha spiegato la fatica fatta per scrivere una biografia per ogni giorno dell’anno. “Ci ho messo tre anni a scrivere questo libro. ho letto oltre 5 mila biografie”, ha ricordato in un’intervista. “Leggere le vite dei santi ci permette di specchiarci e di ritrovare noi stessi”.

Sempre a proposito di cultura, il professor Vittorio Sgarbi ci ha chiarito, attraverso un’intervista concessa a Bruno Volpe, che “Roma è un museo a cielo aperto e ci vuole gente competente”. Mentre Pietro Licciardi ci ha ricordato la gigantesca figura di Garcia Moreno, un politico cattolico che oggi manca e che governò in nome della Dottrina Sociale e del Vangelo, riportando pace e prosperità in un paese, l’Ecuador, devastato dalle ideologie liberali e dalla Massoneria. Non a casa venne assassinato il 6 agosto 1875, durante il suo secondo mandato, per mano dei sicari della Massoneria.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments