L’esorcista Truqui: “è uno sbaglio leggere epidemie, terremoti, catastrofi naturali quali segni satanici”


CON SATANA OCCORRE ANDARCI CAUTI

Di Bruno Volpe

“È un errore vedere il demonio in ogni cosa”. Lo dice in questa intervista al nostro sito uno degli esorcisti più famosi a livello internazionale, il Legionario di Cristo padre Cesare Truqui, allievo di Padre Amorth, docente all’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum.

Padre Truqui, in che modo si manifesta il demonio?

“Ha due modi. L’azione ordinaria che è quella maggiormente comune, la normale tentazione. Poi esiste la straordinaria, molto più seria, ma rara: ossessione, vessazione, possessione. Però, come le dicevo, sono casi sporadici”.

Il demonio oggi ha maggior campo libero?

“È un errore di prospettiva e sicuramente persino teologico vedere in tutto la presenza o la mano del demonio. In questo modo ridurremmo l’uomo ad un fantoccio senza libero arbitrio. Come è uno sbaglio leggere epidemie, terremoti, catastrofi naturali quali segni satanici. Insomma, con Satana occorre andarci cauti. Il nemico non è onnipotente ed è infinitamente più debole di Dio”.

Problema relativismo che stiamo affrontando. La preoccupa?

“Certamente. E’ una lacuna del nostro tempo, fa perdere di vista i punti fermi, induce a credere che non esista una verità, tanto meno la separazione tra bene e male, che tutto sia liquido e permesso. In sintesi, mancano regole certe nel nome di una libertà senza confini. Per altro verso bisogna evitare il rischio della rigidità mentale o dottrinale”.

Morale sessuale cattolica, sembra attaccata dal relativismo…

“I principi nella Chiesa, nella rivelazione e nel Catechismo sono chiari. Non ci sta bisogno di tante parole. Ma il relativismo ci porta a credere che non esista una verità. Per esempio penso agli atti sessuali fuori del matrimonio o tra i fidanzatini al fine settimana. Il comune modo di pensare dice: non ci sta niente di male, invece no, siamo nel peccato, atti impuri di cui al sesto comandamento”.

Magari è il demonio che fa credere: non è nulla di grave…

“Non diamo sempre la colpa a Satana, non diventi un alibi. Abbiamo sempre la capacità del discernimento tra bene o male”.

Atti omosessuali?

“Per il cristiano la famiglia è quella di uomo e donna uniti nel sacramento del matrimonio aperti alla vita. Gli atti sessuali tra persone dello stesso orientamento, catechismo alla mano, sono gravemente peccaminosi”.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments