Costituito il Comitato Nazionale per le celebrazioni della nascita di Grazia Deledda, l’unica scrittrice italiana premio Nobel per la letteratura


IL 27 SETTEMBRE RICORRERANNO 150 ANNI DALLA NASCITA DELLA SCRITTRICE SARDA GRAZIA DELEDDA (1871-1936), PREMIO NOBEL PER LA LETTERATURA NEL 1926. COSTITUITO DA PARTE DEL MINISTERO DELLA CULTURA UN “COMITATO NAZIONALE”, DI ALTO VALORE SCIENTIFICO, PER LA PROMOZIONE DELLE INIZIATIVE CULTURALI PER LE CELEBRAZIONI DI UNA TALE SIGNIFICATIVA RICORRENZA

 

Di Giuseppe Brienza

Questo è l’anno di Grazia Deledda (1871-1936). Il 27 settembre ricorreranno infatti i 150 anni dalla nascita della scrittrice sarda più famosa nel mondo e unica donna italiana a vincere il Nobel per la letteratura, nel 1926.

Grazia Deledda sposò Palmiro Madesani nella sua città natale, Nuoro, nel 1900. Subito dopo partirono insieme e si stabilirono a Roma. Da questo momento in poi il marito, che morirà dieci anni dopo di lei, divenne il più grande sostenitore del talento della moglie-scrittrice che, con il capolavoro Canne al vento, costituirà un esempio di protagonismo silenzioso nell’emancipazione femminile tra Ottocento e Novecento.

Un esempio non ideologico ma, anzi, favorevole all’essenziale missione della donna quale madre (la Deledda ebbe due figli) e sposa e, forse è anche per questo che, oggi, la scrittrice non è molto ricordata e ripresa. Il giornalista e saggista Filippo Maria Battaglia, ad esempio, in un suo recente libro l’ha annoverata fra gli Autori “sommersi e dannati” del secolo scorso. Paragonando la sua opera a quella di un autore successivo e molto celebrato come Cormac McCarthy, ha avuto così da ridire: ma come, abbiamo avuto in casa una donna che scriveva con la violenza e l’ispirazione del Novecento e ce ne siamo dimenticati? (cfr. I sommersi e i dannati, La Vita Felice, Milano 2013).

Rileviamo quindi con favore la costituzione, da parte del Ministro della Cultura Dario Franceschini, di un Comitato Nazionale di alto valore scientifico destinato a promuovere e coordinare le iniziative culturali per le celebrazioni dei 150 anni dalla nascita di Grazia Deledda (cfr. Ufficio Stampa MiC, Comunicato del 7 settembre 2021). Tale organismo, presieduto dallo scrittore e sceneggiatore sardo Marcello Fois, è composto fra gli altri dal Sindaco del Comune di Nuoro Andrea Soddu, dall’Assessore della Regione autonoma della Sardegna alla pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport Andrea Biancareddu, dai Rettori delle Università di Cagliari Fancesco Mola e di Sassari Gavino Mariotti, dalle scrittrici Bianca Pitzorno e Graziella Monni, dalla giornalista Elvira Serra, dalla Direttrice della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma Cristiana Collu e, infine, dalla critica letteraria Rossana Dedola, docente presso l’International School of analytical psychology di Zurigo.

Si tratta di un’iniziativa che, confidiamo, possa contribuire a valorizzare, a livello istituzionale, la sensibilità, l’impegno professionale e il talento di una donna che, tra rigidità e sofferenze, è riuscita a emergere e a imporsi, per il bene della sua famiglia, della sua terra e dell’intera cultura italiana.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments