I vescovi di Inghilterra e Galles chiedono di pregare una novena a San Giovanni Paolo II contro la legge sul suicidio assistito


LA CAMERA DEI LORD VOTERÀ IL DISEGNO DI LEGGE IL 22 OTTOBRE, GIORNO DEL RICORDO LITURGICO DEL SANTO PAPA

Di Angelica La Rosa

I cattolici di Inghilterra e Galles saranno chiamati a nove giorni di preghiera per chiedere l’intercessione di Papa San Giovanni Paolo II per la sconfitta del nuovo disegno di legge sul suicidio assistito.

I vescovi di Inghilterra e Galles stanno stilando la “novena” al Santo Papa vista la “coincidenza” con la data del 22 ottobre (memoria liturgica del santo polacco), giorno in cui i parlamentari discuteranno, in seconda lettura alla Camera dei Lord, il disegno di legge sulla morte assistita della baronessa Meacher.

La novena si concluderà la mattinata del dibattito dopo nove giorni di preghiera.

Il vescovo ausiliare di Westminster, monsignor John Sherrington, che si occupa di questioni relative alla vita nella Conferenza episcopale, ha dichiarato: «Gesù disse ai suoi discepoli di pregare in ogni momento e di non perdersi d’animo. Provvidenzialmente, la discussione del disegno di legge della baronessa Meacher alla Camera dei Lord cade nella festa di san Giovanni Paolo II. La novena, attraverso la quale chiederemo l’intercessione di san Giovanni Paolo II, che ha parlato con coraggio del valore infinito di ogni persona umana e ha testimoniato la croce nella sua ultima malattia, è un appello ai cattolici e a tutti coloro che condividono la nostra visione circa il fatto che il suicidio assistito è sbagliato, quindi pregate con insistenza affinché questo disegno di legge venga sconfitto».

Il disegno di legge Meacher ha lo scopo di consentire il suicidio assistito ai malati terminali che si ritiene abbiano solo sei mesi di vita, con il consenso di due medici e di un giudice della Corte Suprema.

Come in altri precedenti, queste garanzie proposte sono simboliche, impraticabili e prive di significato e verranno eliminate nel tempo, soprattutto perché possono essere impugnate per motivi di discriminazione. È il primo passo, infatti, verso l’eutanasia totale.

Non è la prima volta che i vescovi d’Inghilterra invitano tutti i cattolici a una novena. La precedente era all’inizio del 2020, per prepararsi alla “riconsacrazione” dell’Inghilterra come “Dote di Maria”.

I vescovi hanno scritto all’inizio del mese di settembre incoraggiando i cattolici ad opporsi attivamente al disegno di legge, principalmente attraverso la preghiera e l’azione, anche scrivendo urgentemente ai parlamentari con testimonianze personali.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments