Sandra Sabattini, la giovane laica e fidanzata, ammessa finalmente all’onore degli Altari


SANDRA SABATTINI (1961-1984), LA GIOVANE LAICA CONOSCIUTA COME LA “SANTA FIDANZATA”, SARÀ BEATIFICATA DOMENICA PROSSIMA NELLA CATTEDRALE DI RIMINI. A UN ANNO E MEZZO DALL’ANNULLAMENTO DELLA CERIMONIA A CAUSA DELLE MISURE RESTRITTIVE DA COVID-19, IL PREFETTO DELLA CONGREGAZIONE DELLE CAUSE DEI SANTI CARD. MARCELLO SEMERARO POTRÀ QUINDI CELEBRARE QUELLA MESSA ATTESA DAI GIOVANI CHE VEDONO NEL CAMMINO VERSO IL MATRIMONIO LA LORO VIA PRIVILEGIATA PER SANTIFICARSI E REALIZZARSI COME UOMINI E DONNE LIBERE E RESPONSABILI

Di Giuseppe Brienza

«Non è mia questa vita. È tutto un dono. Abbi cura del regalo fattoti, rendilo più bello e pieno per quando sarà l’ora». Una frase come questa meriterebbe di essere incorniciata e riletta ogni giorno, assieme al Vangelo. È tratta da Il Diario di Sandra, un libro appena ripubblicato in vista della beatificazione di Sandra Sabattini (1961-1984), la giovane laica romagnola, volontaria della Comunità Papa Giovanni XXIII, morta a soli 22 anni travolta da un’auto, che sarà elevata all’onore degli Altari domenica prossima, 24 ottobre, alle ore 16 nella Cattedrale di Rimini (via IV Novembre 35).

Per l’occasione esce appunto la terza edizione del libro con la raccolta degli scritti intimi di questa bellissima e solare ragazza nativa di Riccione, curato da Nicoletta Pasqualini (Sempre Editore, Rimini 2021, € 12), voluto a suo tempo dal venerabile don Oreste Benzi (1925-2007). Un testo che ha permesso di scoprire lo straordinario cammino spirituale di Sandra che, nella sua breve vita, ha ricevuto anche il dono di vivere e testimoniare un fidanzamento gioioso e cristiano.

La Sabattini sarà così la prima fidanzata santa ammessa all’onore degli altari dalla Chiesa cattolica. Vi arriva dopo una causa di beatificazione durata 13 anni. La fase diocesana del processo, avviata nel 2006, si è chiusa il 6 dicembre 2008 e, il 2 ottobre 2019, Papa Francesco ha promulgato il decreto riguardante il riconoscimento del miracolo avvenuto per intercessione di “Alessandra (Sandra) Sabattini, Laica”.

L’annuncio della beatificazione è arrivato con una lettera della Segreteria di Stato vaticana, firmata dall’arcivescovo Edgar Peña Parra, Sostituto per gli affari generali della Segreteria di Stato della Santa Sede. La celebrazione era originariamente prevista per domenica 14 giugno 2020, ma poi è stata rimandata a causa delle restrizioni da Covid-19 ma, finalmente, ci siamo!

Per accedere alla celebrazione eucaristica, che sarà presieduta dal card. Marcello Semeraro, Prefetto della Congregazione delle cause dei Santi, è necessario prenotarsi scrivendo a beatificazionesandra@diocesi.rimini.it.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments