Il 24 giugno una giornata per difendere la verità

Il 24 giugno una giornata per difendere la verità

di Francesco Ghislandi

GIORNATA DELLA VERITÀ

Recita l’articolo 21 della Costituzione della Repubblica Italiana: “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure”.

Il 24 giugno, in occasione della festa liturgica dedicata alla nascita di San Giovanni Battista, Liberi in Veritate esorta tutte le persone, tutte le associazioni legate alla Tradizione della Chiesa Cattolica e all’identità classica e cristiana d’Italia e d’Europa, a partecipare con iniziative concrete a una “Giornata della Verità” per difendere attivamente il diritto di opinione e di parola contro la dittatura del pensiero unico “politicamente corretto” e contro le crescenti censure, dirette e indirette di ogni ordine e grado.

Tale iniziativa avrebbe l’intenzione di diventare un appuntamento fisso ogni anno grazie al potente simbolismo legato alla figura del Precursore e martire.

Essa sarà l’occasione non solo per contrastare pubblicamente, con gli argomenti del Diritto naturale, della Dottrina Sociale della Chiesa e della visione del mondo cristiana, quella “propaganda arcobaleno” che ha eletto il mese di Giugno a tempo di monopolio informativo, ma anche per affermare tanto nella Chiesa Cattolica quanto nella società i princìpi immutabili e perpetui di libertà nella verità che, come cristiani, abbiamo il dovere di difendere e di annunciare, che si tratti di guerra, di vaccinazioni, di bioetica, di scuola, di economia, di diritti politici, di questioni istituzionali o di qualsiasi altro aspetto della vita associata.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments