Se l’epoca della cristianità è finita, Dio che fine ha fatto?

Se l’epoca della cristianità è finita, Dio che fine ha fatto?

di Angelica La Rosa

DAL 20 SETTEMBRE IN LIBRERIA

Siamo entrati in un tempo nuovo per la fede e per la Chiesa in Occidente: il tempo della fine della cristianità! Un tempo che sconvolge le nostre certezze e il nostro modo di vivere da credenti. Di fronte a questo scenario, con grande angoscia ci chiediamo: se l’epoca della cristianità è finita, Dio che fine ha fatto?

“DIO DOVE SEI FINITO?” (Edizioni San Paolo 2023, pp.177, euro 16), nato per così dire sul campo, frutto dell’esperienza di un vescovo, è un tentativo coraggioso e coinvolgente di ragionare sulla vita della Chiesa e sull’esperienza cristiana nel mondo di oggi.

Mentre prova a riflettere sulla complessità della nostra realtà, l’autore, che vanta una lunga esperienza in terra di missione come sacerdote “Fidei donum”, attinge a ricordi e incontri con realtà missionarie in alcune giovani Chiese.

La freschezza della loro vita ci può aiutare a ritornare agli esordi dell’esperienza cristiana, a riscoprire la bellezza del Vangelo, a non perdere la speranza in un possibile mondo migliore. Soprattutto ci può spronare a gettarci alle spalle quella sorta di “maledizione” che ci siamo inflitti iniziando a pensare che Dio ci abbia dimenticato.

No, Dio continua a stare in mezzo agli uomini, e la Chiesa, seppur minoranza, non può che stare dove Dio ama stare, fra le pieghe oscure della storia, là dove la vita si svolge, là dove la gente vive, soffre, lotta e pecca.

«Il fatto che un vescovo inviti altri cristiani a non avere paura di guardare la realtà, e a vedere con serenità che stiamo diventando minoranza, che fatichiamo a coinvolgere i giovani… è cosa che fa un gran bene. È come un invito, rivolto a tutti, a percepire la nostra realtà per quello che realmente è: senza illudersi che “torneranno i bei tempi andati”, ma senza timore che questo tempo sia disabitato da Dio», ha scritto nella lla Prefazione Roberto Repole.

Il volume è stato redatto da monsignor Marco Prastaro. Nato a Pisa nel 1962, è stato ordinato sacerdote nel 1988. È stato vice-parroco alla Collegiata di Carmagnola (1988-1994), ai SS. Pietro e Paolo in Torino (1994-1996) quindi a Gesù Operaio (1996-1998). Dal 1999 ha fatto esperienza come “Fi-dei donum” in Kenya presso la parrocchia di Lodokejek; dal 2007 al 2011 è stato Vicario Generale della diocesi di Maralal (Kenya). Rientrato nella diocesi di Torino nell’ottobre del 2011, è stato Delegato Arcivescovile per il clero straniero, Direttore dell’Ufficio Missionario e Parroco di S. Ignazio di Loyola in Torino. Il 16 agosto 2018 è stato nominato Vescovo di Asti, ricevendo l’ordinazione episcopale nel duomo di Asti il 21 ottobre 2018.

Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments