Coronavirus, nelle Filippine i vescovi consacrano il paese al Cuore Immacolato di Maria


[sg_popup id=”1003″ event=”inherit”][/sg_popup]

Nelle Filippine i vescovi delle diocesi e delle arcidiocesi hanno deciso di consacrare il Paese al Cuore Immacolato di Maria.

La cerimonia avverrà il prossimo 13 maggio, in concomitanza con la prima apparizione della Madonna a Fatima.

Ciascun prelato presiederà la funzione all’interno della propria cattedrale.

In una lettera inviata a tutte le diocesi dell’arcipelago mons. Romulo Valles, presidente della Conferenza episcopale filippina parla di “iniziativa meravigliosa”.

La consacrazione è una conferma di gesti analoghi, già compiuti in passato. Nel 2013, durante l’Anno della fede, la Conferenza episcopale aveva affidato la nazione alle cure del Cuore immacolato di Maria.

A Manila, il vescovo Broderick Pabillo condurrà la preghiera di consacrazione in Cattedrale nel giorno in cui ricorre il 103mo anniversario della prima apparizione a Fatima. Alla preghiera si uniranno i sindaci e gli amministratori delle cinque città comprese nel territorio dell’arcidiocesi: Manila, Mandaluyong, Pasay, Makati e San Juan.

“Sarà bellissimo – afferma – che tutto il popolo di Dio, guidato dalle autorità civili e religiose, si metterà sotto la protezione della Vergine Maria. Faremo tutto questo per implorare la protezione della nostra potente Beata Vergine Maria in questo tempo difficile. In special modo adesso, che ci dirigiamo verso un nuovo stile di vita dopo il periodo trascorso in quarantena. Abbiamo bisogno di forza dall’alto e la possiamo trovare nella Madonna e nel suo aiuto celeste”.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments