Massimo Gandolfini: “il ddl Zan sull’omotrans-fobia apre a pericolosissime interpretazioni”


“Il Family Day è tra i sostenitori più convinti della campagna #restiamoliberi contro il ddl Zan sull’omotrans-fobia. Invitiamo pertanto tutti i nostri militanti e simpatizzanti ad animare gli eventi che saranno proposti nella cornice dell’iniziativa, in particolare esortiamo tutti a partecipare alla manifestazione di Roma, sabato 11 luglio”, così il leader del Family Day, Massimo Gandolfini.

“È in gioco la libertà d’espressione e perfino la libertà di professare la propria confessione religiosa, come confermano i timori espressi recentemente anche dalla Conferenza episcopale italiana. Il ddl crea infatti un nuovo reato d’opinione che non viene definito dal legislatore e pertanto si presta a pericolosissime interpretazioni. Oltretutto il nostro ordinamento già contiene gli strumenti per sanzionare violenze e discriminazioni basate sull’orientamento sessuale.

“Per questo motivo tutte le persone che hanno a cuore la libertà e la democrazia, a prescindere dal loro credo religioso e dai loro convincimenti politici, sono chiamate a sostenere la campagna #restiamoliberi”, conclude Massimo Gandolfini.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments