Il furore ideologico dei Cinque Stelle affosserà le paritarie e, di conseguenza, le scuole pubbliche


 

In parlamento si è consumato il destino infausto delle scuole paritarie segnando il decesso del sistema pubblico di istruzione.

Profonda delusione per il grande vuoto politico rappresentato dal M5s che in netta opposizione alle mozioni in parlamento a sostegno delle paritarie, ha visto l’assenza ingiustificata e ingiustificabile del Ministro dell’istruzione Lucia Azzolina unitamente al rifiuto ideologico sul tema che pregiudicherà inesorabilmente il futuro della scuola italiana.

A meno di un mese dalla ripartenza delle scuole, tutto appare precario, incerto, non quando poggiato su proposte ancora in via di definizione o costosissime come i fantasmagorici banchi monoposto di cui beneficerà solo una quota degli studenti italiani e al posto dei quali poteva essere previsto un costo standard per allievo così da dare immediato inserimento a quel 15% di alunni orfano di aule che le scuole paritarie avrebbero offerto subito.

Commenta negativamente Giusy D’Amico l’esito dei lavori parlamentari aggiungendo che si è data anticipata sepoltura a
scuole di eccellenza, attrezzate e sicure sul piano strutturale degli spazi e scuole pubbliche a tutti gli effetti ma disprezzate dal furore ideologico del M5s.

Cosa farà dunque questo governo?
Spenderà trecento euro a banco lasciando fuori dalle aule 1,139,000 alunni.

È un rifiuto epocale che segnerà la storia di quel declino culturale educativo nel nostro paese di cui questo governo risponderà alle
future generazioni.

L’indignazione dei genitori più in difficoltà in tempo di pandemia, esclusi dal dibattito in corso, per niente rappresentati da un governo che continuerà a lasciar chiudere le scuole di eccellenza dove i propri figli erano accolti a costi bassi per sostenere le famiglie, sarà presto concretizzata da manifestazioni di piazza, non più a sostegno del lavoro parlamentare ma con toni di protesta perché siano note a tutti le responsabilità del decesso del sistema pubblico di istruzione italiano.

Non si Tocca la Famiglia


Subscribe
Notificami
1 Commento
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments

Semplucement mi vergogno…… Ma attenzione merlo… che la via è pietrosa ed inevitabilmente si cade cara Azzolina.