Lucia Lombardo, da esoterismo e cartomanzia ad una conversione intensa e repentina

2

Di Gian Piero Bonfanti 

Il panorama della musica cristiana in Italia è costituito da tanti artisti che hanno vissuto un’importante conversione. Fra questi, Lucia Lombardo, cantante e musicista che, nella sua vita, è dovuta passare attraverso momenti travagliati, percorrendo una via tortuosa ed insidiosa.

A volte nella vita accade che si imbocchino strade non intravvedendo i pericoli e, quindi, come accade a molti giovani, ciò che è dannoso e pericoloso viene scambiato per attraente, necessario ed unica scelta possibile.

Così è successo anche a Lucia, che già a 16 anni scappa di casa con una chitarra in mano e a Bologna incontra Renzo Fantini, il famoso manager delle produzioni di Paolo Conte e Francesco Guccini e delle collaborazioni con Lucio Dalla, Pierangelo Bertoli e Vinicio Capossela.

Grazie a questa preziosa guida, nel 2007 Lucia pubblica il suo primo album “Il passo dei lupi“, opera intrisa di collaborazioni con musicisti, maestri ed importanti arrangiatori del calibro di Ellade Bandini, Ares Tavolazzi, Vince Tempera, Antonio Marangolo, e molti altri.

La ragazza promette bene ma è fragile e soprattutto molto giovane. Si trasferisce a Parigi che ben presto diventa per lei lo scenario di una nuova epoca musicale, dove cercare nuove sperimentazioni ed una fama internazionale.

Purtroppo, al suo ritorno in Italia nel 2010 la morte improvvisa dell’amico Renzo Fantini la porta ad una crisi artistica ed esistenziale che la conduce ad abbandonare la musica e ad abbracciare il mondo dell’esoterismo e della cartomanzia.

Durante questo periodo diversi sono i messaggi che le giungono dal Cielo per farle cambiare strada, ma non essendo pronta a recepirli la sua vita si complica di giorno in giorno.

Tutto le diventa chiaro solo poco prima di compiere un passo che sarebbe stato per lei irreversibile.

Di qui la sua conversione, intensa e repentina.

Come tutti i neoconvertiti, l’impeto spinge Lucia a trasformare la gioia del suo incontro con Dio in un messaggio da diffondere al maggior numero possibile di persone e, per farlo, utilizza la sua arte.

Lucia d’allora canta e testimonia il suo percorso, la sua conversione ed i suoi trascorsi esistenziali attraverso un linguaggio diretto e struggente.

Una testimonianza preziosa, impregnata di sentimenti, espressa con raffinatezza ed arte. Per questo annunciamo per tutti gli amanti della musica cristiana la prossima uscita, il 23 ottobre, del nuovo singolo di Lucia Lombardo intitolato “Pietre”, nel cui testo affronta il tema del “giudizio altrui”.

La protagonista, che da subito si scopre fragile e sofferente, percorrerà un lungo viaggio nell’abisso della sua anima per poi uscirne completamente rinata.

Le pietre, da sempre simbolo di giudizio (e purtroppo tuttora in alcuni paesi sinonimo di lapidazione) cadono a terra come foglie.

Di fronte allo sguardo profondo dell’amore gli accusatori verranno disarmati e il sole tornerà a splendere sul viso della persona che ha vissuto questa bellissima storia.

Il 28 novembre 2020 si potrà poi ascoltare Lucia a teatro in una kermesse tutta al femminile, durante la quale presenterà il suo prossimo brano. Qui di seguito il link per accedere alla prenotazione:

https://www.oltheatre.it/evento/musicando-larte/

È importante testimoniare con la vita, è indispensabile combattere per la vita. Noi crediamo che non sia mai troppo tardi e che ne valga sempre la pena.

 

2 thoughts on “Lucia Lombardo, da esoterismo e cartomanzia ad una conversione intensa e repentina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Next Post

L'AIFA e lo stato Leviatano che soppianta i genitori

Sab Ott 17 , 2020
Post Views: 78 Di Umberto Spiniello