“Vivere è… dialogare”: si apre a Caserta l’XI edizione del Festival della Vita


VIVERE È… DIALOGARE“: QUESTO IL TITOLO DELL’XI EDIZIONE DEL FESTIVAL DELLA VITA, PROMOSSO DAL CENTRO CULTURALE SAN PAOLO DI CASERTA, CHE SI TERRÀ DA OGGI, 22 OTTOBRE, PER CINQUE GIORNI CONSECUTIVI NELLA STESSA CITTÀ CAMPANA. L’INIZIATIVA, RESA POSSIBILE DAL SOSTEGNO DEL GRUPPO PERIODICI SAN PAOLO E DAL COINVOLGIMENTO DI DECINE DI ASSOCIAZIONI CULTURALI, SOCIALI E RELIGIOSE, INTENDE SENSIBILIZZARE INDIVIDUI, FAMIGLIE E ISTITUZIONI PER UNA “RIPARTENZA” PIÙ CONSAPEVOLE E SOLIDALE

Di Giuseppe Brienza

Anche quest’anno si terrà a Caserta e in altre città italiane, da oggi fino al 26 ottobre, il Festival della Vita, un progetto culturale “multidimensionale e itinerante” promosso dal Centro Culturale San Paolo della stessa città campana con il sostegno del Gruppo Periodici San Paolo.

Si tratta di un’iniziativa volta a promuovere progetti e prospettive di speranza che aiutino ad accompagnare persone e famiglie oltre la crisi Covid-19, al fine di giungere ad una “ripartenza” più consapevole e solidale, nell’ottica di una “condivisione valoriale tesa al conseguimento di sempre maggiori risultati a beneficio dell’intera comunità”.

L’evento, dal titolo “Vivere è… dialogare“, è giunto alla XI edizione e prevede il coinvolgimento di decine di associazioni culturali, sociali e religiose, fra le quali il Centro internazionale studi famiglia (CISF) di Milano. “Entusiasmo, prudenza, consapevolezza sono i tre pilastri sui quali si poggia l’intera macchina organizzativa del Festival della Vita”, hanno affermato gli organizzatori del progetto culturale promosso come detto dal Centro Culturale San Paolo, presieduto da don Ampelio Crema.

Dallo staff promotore è giunta anche la notizia della programmazione dell’edizione 2022 del Festival, che avrà come titolo “Vivere è… riscoprire” e che si terrà dal 29 gennaio al 6 febbraio del prossimo anno.

Resi pubblici anche i nomi dei destinatari dei riconoscimenti che saranno assegnati durante l’undicesima edizione e che saranno presenti a Caserta domani, sabato 23 ottobre. Tra questi il prof. Paolo Antonio Ascierto che si è distinto per la sua attività clinica e di ricerca; il maestro Eugenio Bennato cantautore, musicista promotore in Europa dei diritti umani; l’imitatore showman Antonio Mezzancella, vincitore di Tale e Quale Show di Raiuno.
Confermato alla direzione artistica il maestro Gaetano Maschio che dall’isola d’Ischia non ha fatto mancare il suo sostegno all’evento. Il direttore nonché ideatore del Festival della Vita dott. Raffaele Mazzarella ha così richiamato l’attenzione sullo spirito di condivisione che caratterizza l’iniziativa: “questo momento non deve indebolire ma per certi aspetti, deve rafforzare la nostra energia, il nostro entusiasmo, il nostro impegno, nel fare di più e meglio, ciascuno la propria parte, per contribuire attivamente ad un autentico benessere nel nostro percorso esistenziale”.
Maggiori informazioni sul sito ufficiale della kermesse: www.festivaldellavita.it.

Subscribe
Notificami
1 Commento
Oldest
Newest
Inline Feedbacks
View all comments

Naturalmente dialogherà solo chi è munito di green pass!
Che pena!
Tobia