Gli esorcisti: la pandemia ha causato un aumento delle richieste di esorcismi


“C’È PIÙ CONSAPEVOLEZZA SUGLI ESORCISTI E DEGLI ESORCISMI TRA I CATTOLICI”

Di Angelica La Rosa

La pandemia ha causato un aumento delle richieste di esorcismi, perché ha reso le persone “più vulnerabili all’idea che Satana, o qualche entità malvagia, si sia impossessata delle loro vite”.

A dirlo al quotidiano The Telegraph è stato Padre Gian Matteo Roggio (della Congregazione dei Missionari di Nostra Signora di La Salette), che insieme ad altri relatori ha partecipato ad un Corso di Esorcismo e Preghiera di Liberazione organizzato dal Vaticano, e tenuto presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (APRA).

“La gente è caduta nella povertà, si è trovata a soffrire di ansia e depressione. Sentono che le loro vite non sono più nelle loro mani, ma nelle mani di una forza maligna. C’è una grande crisi”.

Naturalmente solo perché le persone “chiedono” più esorcismi non significa che le persone abbiano davvero “bisogno” di più esorcismi.

Secondo The Daily Beast, l’esorcista spagnolo padre Miguel Martin ha affermato che i sacerdoti stanno ricevendo un numero sempre crescente di richieste di esorcismo da parte di persone malate di Covid per esserne “liberate”. Padre Martin ha dichiarato che agli esorcisti “è stato detto di non eseguire in nessun caso il rito di esorcismo sui pazienti Covid”.

“C’è più consapevolezza degli esorcisti e degli esorcismi tra i cattolici”, ha aggiunto al a The Telegraph padre Luis Ramírez, uno degli organizzatori del corso. Da parte sua il sociologo e psicologo Giuseppe Ferrari, segretario generale del Gruppo di Ricerca e Informazione Socio Religiosa (GRIS) ha indicato che “i media attirano i giovani ad esplorare la stregoneria, il vampirismo, la magia nera e fenomeni misteriori. È un fenomeno in crescita ed è davvero preoccupante”.

 


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments