Parte del conservatorismo non religioso Usa si piega all’utero in affitto!


di Angelica La Rosa

IL FAMOSO COMMENTATORE POLITICO CONSERVATORE E CONDUTTORE DI TALK SHOW DAVE RUBIN, APERTAMENTE OMOSESSUALE E “SPOSATO” CON UN UOMO, HA ANNUNCIATO SU TWITTER CHE LUI E SUO “MARITO” AVREBBERO AVUTO DUE BAMBINI TRAMITE MATERNITÀ SURROGATA (TERMINE ORWELLIANO PER DEFINIRE L’UTERO IN AFFITTO)

Il famoso commentatore politico conservatore e conduttore di talk show Dave Rubin, apertamente omosessuale e “sposato” con un uomo, ha generato polemiche questa settimana quando ha annunciato su Twitter che lui e suo “marito” avrebbero avuto due bambini tramite maternità surrogata (termine orwelliano per definire l’utero in affitto).

Rubin, conduttore del popolare talk show di destra “The Rubin Report”, ha fatto l’annuncio in un tweet del 16 marzo, condividendo due foto in compagnia del partner David Janet con in mano le immagini degli ultrasuoni insieme a un cartello che annunciava che “Baby 1” e “Baby 2” nasceranno rispettivamente il 22 agosto e il 14 ottobre.

La notizia è stata accolta con entusiaste congratulazioni da molte famose personalità conservatrici, tra cui il giornalista Chris Rufo, la portavoce dell’ufficio del governatore della Florida Christina Pushaw, la commentatrice conservatrice e autrice Megyn Kelly, e realtà professionali come The Blaze e PragerU.

Tuttavia non tutti i conservatori sono stati contenti dell’annuncio, con alcuni che hanno sottolineato che sia l’omosessualità che la maternità surrogata vanno contro i tradizionali valori conservatori e religiosi. Molti conservatori si oppongono alla maternità surrogata, sostenendo che svaluta il rapporto tra una madre e suo figlio, mina la famiglia e trasforma i bambini in una merce. La Chiesa cattolica, infatti, insegna che la maternità surrogata è “gravemente immorale”, violando “il diritto del bambino di nascere da un padre e una madre a lui noti e legati tra loro da matrimonio”.

In risposta all’annuncio di Rubin, molti commentatori conservatori hanno scritto che è sbagliato privare deliberatamente un bambino di una madre e che Rubin non sta aiutando a combattere la guerra culturale che vuole portare i bambini a vivere dentro “uno stile di vita omosessuale”.

“I bambini e gli uteri umani non sono merci da affittare o raccogliere come frutti”, ha scritto il commentatore e autore cattolico Taylor Marshall. “Il tutto è disgustoso, ripugnante e malvagio. Dave Rubin non è ‘conservatore’, qualunque cosa ancora significhi”.

“Comprare ovuli di donne, affittare i grembi di altre donne per far crescere i ‘loro’ figli (che saranno privati ​​delle loro madri) e costringere i bambini a essere allevati da due uomini gay è orribile”, ha scritto l’analista dei media Mark Dice.

Il presidente del Ruth Institute, la dottoressa Jennifer Roback Morse, ha osservato che “questi due bambini ‘ordinati’ da Rubin hanno tutto il diritto di esistere. Non importa cosa i genitori possano aver fatto o non fatto, non dobbiamo mai rimpiangere l’esistenza di un bambino. Tuttavia, dobbiamo essere chiari sul fatto che questi ‘genitori’ hanno fatto qualcosa di eclatante. I due uomini che avranno i diritti legali di genitorialità hanno acquistato materiale genetico da una, forse due, donne diverse. Una o due donne hanno venduto i loro ovuli, cioè i potenziali figli. Ancora un’altra coppia di donne ha accettato di affittare il proprio grembo per nove mesi per permette la nascita dei bambini che saranno poi tolti alla nascita”.

“Tutte queste donne, genetiche e gestazionali, promettono di non avere alcuna relazione con i loro figli. I bambini non hanno una, ma due madri, una madre gestazionale e una madre genetica, che sono state cancellate per sempre dalle loro vite. Questo porta alla parodia finale dei ‘conservatori’ che si affrettano a congratularsi con Rubin per le sue acquisizioni. Questa non è una posizione ‘conservatrice’. Non è nemmeno una posizione razionale. ‘L’ho fatto perché volevo’ non è una ragione razionale per nulla. È semplicemente una dichiarazione di ostinazione. Se un bambino non ha diritto a una relazione con i propri genitori, nessuno ha diritto a nulla. Cosa resta da conservare, una volta che hai strappato via il diritto di primogenitura più elementare di un essere umano?”

La Morse ha ricordato che “la famiglia è fondata sulla visione biblica del mondo e sulla legge naturale. La maternità surrogata si basa su una manipolazione della scienza. I conservatori religiosi lo capiscono. Ecco perché lottiamo così duramente per il diritto alla vita, per i diritti dei genitori e per l’integrità della famiglia. La maternità surrogata dice che i bambini possono essere acquistati, come qualsiasi altra merce. Questo non è un valore ‘conservativo’. Il libero mercato doveva applicarsi alle merci, mai alle persone. Il conservatorismo non religioso è morto. Quando la storia di quest’epoca sarà scritta, le persone guarderanno indietro e si stupiranno di quanto siamo diventati pazzi, di quanto eravamo pieni di arroganza e ostinatamente auto-indulgenti. E quegli storici del futuro si renderanno conto che solo le persone di fede avevano il senso di vedere che questo era sbagliato e il coraggio di opporsi ad esso”.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments