Al PIME di Milano con il “Frank Sinatra Show”


di Lucilla Denti

IN SCENA OGGI A MILANO UN VIAGGIO CON 12 BRANI TRATTI DAL REPERTORIO PIÙ NOTO E AMATO DI FRANK SINATRA (1915-1998), INTERVALLATO DA ANEDDOTI TRATTI DALLA SUA BIOGRAFIA

Frank Sinatra è morto a 82 anni nel 1998 dopo settant’anni anni di carriera sempre all’apice del successo con centinaia di milioni di dischi venduti.

I critici lo considerano la più grande voce del XX secolo. Si aggiudicò ben 4 Oscar, 2 Golden Globe, 11 Grammy Awards e tanti altri premi tra i più prestigiosi. Le onorificenze non si contano. Il presidente Reagan gli assegnò la Medaglia Presidenziale della Libertà e nel 1997 gli Stati Uniti lo insignirono della Medaglia d’oro del Congresso, la più alta onorificenza degli Stati Uniti. In tutto il mondo gli sono dedicati monumenti e perfino università (a Gerusalemme).

In Italia, lo chiamiamo The Voice, la voce, per eccellenza. Questo cantante, attore e conduttore televisivo americano è diventato un’icona immortale non solo per le incredibili doti canore ma anche per il suo impareggiabile fascino.

In Italia si è esibito tre volte, l’ultima rimasta storica fu al Palatrussardi di Milano il 27 settembre 1986 davanti a 9000 spettatori, in prima fila le più alte cariche dello Stato, mentre milioni di italiani seguirono l’esibizione in tv.

A Milano oggi, sabato 30 aprile, al Teatro del Centro PIME (via Mosè Bianchi 94, ore 21, Biglietti disponibili QUI) si rivive la magia del suo mito con un concerto a lui dedicato – The Frank Sinatra Show” – scritto e interpretato da Francesco De Marco, giovane e affermato doppiatore e speaker pubblicitario. Sua la voce tra l’altro, di Mike Iveson in ‘West Side Story’ il film di Steven Spielberg del 2021. Sul palco dell’Istituto missionario sarà accompagnato dalla Big Band Orchestra.

Sarà un viaggio di 12 brani tratti dal repertorio più noto e amato di Sinatra, sarà intervallato da aneddoti tratti dalla sua biografia per portare la platea direttamente negli Anni ‘50 e ‘60, i più fulgidi dell’artista. Lo spettacolo, come una sorta di documentario live, è pensato quindi per coinvolgere gli spettatori in un’esperienza totale ed emozionante.

L’attore e doppiatore Mario Scarabelli impersonifica Sinatra con una voce che regala la suggestiva sensazione di ascoltare proprio l’indimenticabile sonorità di “The Voice”.

Gli arrangiamenti di Mauro Porro sono gli originali dell’epoca nel rispetto dei canoni di allora, per offrire una performance fedele.


Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments